Review party • “Ogni ragazza perduta” di Megan Miranda

Continua a leggere “Review party • “Ogni ragazza perduta” di Megan Miranda”

Review party • “La candidata perfetta” di Greer Hendricks e Sarah Pekkanen

Ciao a tutti

Lo so che non è lunedì, ma questa settimana la faccio iniziare con un thriller, partecipando al Review Party di “La candidata perfetta”, il libro scritto a due mani da Greer Hendricks e Sarah Pekkanen, pubblicato da Piemme e disponibile da oggi in tutte le librerie.

Continua a leggere “Review party • “La candidata perfetta” di Greer Hendricks e Sarah Pekkanen”

BlogTour ● Libro vs film | “Bird box” di Josh Malerman

Ciao a tutti

Ne avrete sicuramente visto il poster del film su molti social, chi è dipendente da Netflix sicuramente non se l’è perso, non tutti sanno che uno degli ultimi film prodotti dalla piattaforma streaming è tratto da un libro del 2014 di Josh Malerman, “Birdbox”, pubblicato da Piemme. Il #BlogTour di oggi ha come protagonista proprio questo libro e la sua trasposizione cinematografica.

Diretto dalla danese Susanne Bier, “Bird box” è liberamente ispirato all’omonimo libro, non vi aspettate una traduzione diretta e nei minimi dettagli. Libertà stilistiche sulle scene, aggiunta di nuovi personaggi, e altri piccoli accorgimenti che possono passare quasi inosservati, hanno contribuito a rendere molto più incentivo e veloce il ritmo del film in contrasto invece con una lentezza per certi versi anche snervante del libro.

bird-box-netflix-1

Là fuori, in un mondo dove nessuna certezza è più tale, c’è qualcosa di terrificante. Qualcosa che non deve essere visto. Chi è così folle da tenere gli occhi aperti va incontro a un destino spaventoso.
Cinque anni dopo i primi episodi di terrore, pochi sono rimasti a popolare la terra. Vivono bendati, in una cecità autoimposta che li confina in un’oscurità perenne, in case buie e polverose con porte e finestre sprangate. Nessuno di loro ricorda di che colore è il cielo, com’è fatta una nuvola, quanto può abbagliare la luce del sole. Come Malorie che, rimasta sola con i suoi due bambini, ha soltanto una speranza: attraversare il fiume, bendata, e raggiungere un luogo dove alcuni uomini stanno combattendo contro quel male senza nome. Ha aspettato tanto perché sa che il fiume, a un certo punto del percorso, si divide in quattro canali. E, per scegliere quello giusto, Malorie dovrà fare qualcosa che non fa da anni: aprire gli occhi. E sfidare la sua stessa mente per non cedere alla follia.

Il film segue sostanzialmente la trama del libro, accorciando però nettamente i tempi e puntando molto sull’effetto horror e drammatico di primi piani e alcune scene. Ad interpretare Malorie c’è una Sandra Bullock davvero formidabile, abilissima nell’impersonare una donna che ha passato quattro anni ad essere più sergente che madre, ha imparato a reprimere i propri sentimenti. In lei tutto urla sopravvivenza, un 51ldxleqRgLdisperato tentativo di dare ai suoi bambini una vita quanto mai normale, anche se sono stati addestrati dalla nascita a svegliarsi con gli occhi chiusi e a sviluppare un udito fuori dall’immaginario. Se nel libro, magari anche perché raccontato dal suo punto di vista, la conosciamo più accondiscendente, un po’ più umana; nel film è una stoica donna guerriera. Dobbiamo attendere quasi la fine del film per vederla cedere difronte ai figli e sentire il primo “ti voglio bene”. Una nota di merito va fatta alla piccola attrice che interpreta Bambina: è di una dolcezza incredibile e nelle uniche due scene nelle quali ha una funzione essenziale, riesce a commuovere moltissimo.

Che si stia parlando del libro o del film, entrambi hanno delle note stonate e al contempo riescono magistralmente a dare forma alla storia. Il libro ci permette di capire meglio il personaggio principale e gli altri che popolano la casa. Si è coinvolti immediatamente e ancor prima di arrivare a metà libro si vuole scoprire la fine; più confusionaria è però la storia nel complesso. Troveremo anche nel libro un’alternanza di tempi, il presente e cinque anni prima, quando sono iniziati i suicidi, ma lo stile adottato dallo scrittore intreccia gli eventi e farne chiarezza non è sempre facile. Anche perché non conosceremo mai come o chi sono queste creature che spingono al suicidio. Il film da questo punto di vista è più chiarificatore, ma mai fino in fondo. Il suo punto a favore è che da molto spazio alla bird box del titolo, gli uccelli avranno un ruolo molto rilevante a differenza del libro. Punto a sfavore è che rivoluziona completamente la caratterizzazione dei personaggi e lo svolgersi della storia. Mantiene intatti gli esiti ma si prende la libertà di cambiare le situazioni. Avremo un Tom che non ha mai avuto una figlia, una Olympia debole ed insicura, un Don che non esiste e così via. Nonostante contenga però delle incongruenze, il film mantiene anche delle innovazioni, degli ingegnosi stratagemmi ideati dai personaggi che nel libro non sono per nulla presenti.

Cambiamenti per concludere, quelli tra libro e film, che fanno pensare ma non storcere il naso. Certo avrei preferito trovare il cane Victor ed è stato data una forma di dignità e maggior spessore ad uno specifico personaggio (dovrete leggere il libro per capirlo!), ma resta il fatto che anche il film merita di essere vista. E non fatevi ingannare dalla scritta Horror, riuscirete comunque a dormire la notte.

Ps. Che dovete leggere il libro lo avete capito, si?

Buona lettura, Franci!

●••○••●

Trailer:

●••○••●

Segui tutte le tappe del BlogTour

51313224_2303098393292993_6056715301171494912_n

●••○••●

Blog Tour • Celebri triangoli amorosi letterari | “La colpevole” di Amanda Robson

Ciao a tutti

Finalmente approda anche qui il #BlogTour dedicato al libro “La colpevole” di Amanda Robson, pubblicato da Piemme e già disponibile in libreria.

Continua a leggere “Blog Tour • Celebri triangoli amorosi letterari | “La colpevole” di Amanda Robson”

Review Party • “La ragazza che guardava fuori” di Lorena Franco

Ciao a tutti

Mi sto decisamente sciogliendo dal caldo, ma due minuti al pc per parlarvi di un libro simile non me li toglie nessuno. Eccovi quindi il Review party di una nuova uscita firmata Piemme. In libreria da oggi potrete trovare “La ragazza che guardava fuori” di Lorena Franco.

Continua a leggere!

Anteprima • ” Gli eroi perduti. Le mura di Cartavel ” di Simone Laudiero

Ciao a tutti

Una settimana coi fiocchi inizia con una nuova uscita fantasy di quelle che hanno tutti i presupposti per anticipare una saga che farebbe concorrenza alle migliori. Questa volta giochiamo in casa con il primo libro della serie di Simone Laudiero, “ Gli eroi perduti. Le mura di Cartavel”, in arrivo per Piemme da domani in tutte le librerie. Una nuova eroina in una storia che promette grandi avventure e colpi di scena, che ha il sapore di vecchi miti e tramontate leggende. Dal 17 Aprile in libreria, di seguito potete trovare tutte le informazioni ed il link per acquistarlo.

Continua a leggere!

Anteprima • “NoWhere girls” di Amy Reed |Il club delle donne a favore delle donne

Ciao a tutti

Mettetevi comodi e concedetemi due minuti, il libro che sto per presentarvi li vale tutti. Da quando mi hanno detto che sarebbe stato pubblicato anche in Italia, ci tenevo tantissimo a spendere due parole per questa prossima uscita che oltre ad avere una 36039165bellissima storia, tratta un tema purtroppo sempre molto attuale: le discriminazione, di ogni genere, sulla donna.

Uscirà il 27 Febbraio 2018, il libro di Amy Reed che sa perfettamente dare voce a questa tematica, in un modo incisivo e non superficiale. “ Nowhere girls” verrà pubblicato da Piemme e racconta la storia di questo club di ragazze, Nowhere girls appunto, incentrato principalmente su tre di loro che decidono di organizzarsi per combattere i pregiudizi. Grace, Erin e Rosina hanno storie diverse alle spalle, ma insieme decidono di andare contro il sessismo sempre più dilagante, non solo nell’ambito scolastico. Un libro che avevo da qualche mese tra i preferiti e no, non solo per la copertina bellissima, finalmente possiamo metterci le mani sopra tra poche settimane. E vi converrà farlo perché storie come questa non vengono pubblicate spesso.

Continua a leggere!

Anteprima “Carry on” di Rainbow Rowell ed incontro con la scrittrice

Ciao a tutti

E buona domenica! Questa settimana vi ho sommerso di anteprime ma non me ne vogliate, a libri come questi che vi ho proposto spetta un meritatissimo posticino nella vostra libreria. Per non perdere l’abitudine, anche oggi ve ne presento uno da tenere molto in considerazione, soprattutto se intorno ad una certa data ( 21 Marzo) vi trovate nei pressi di una certa città ( Firenze). Andiamo con calma e vi spiegherò tutto. Continua a leggere “Anteprima “Carry on” di Rainbow Rowell ed incontro con la scrittrice”

Arriva per Piemme, ” Fangirl” di Rainbow Rowell

Ciao a tutti

Forse questo è il libro che più attendo di ottobre. La scrittrice: una delle autrici YA più apprezzate a livello mondiale. Il libro: uno dei YA più consigliati di sempre. Diciamo quindi che il 18 Ottobre non dovete prendere impegni se non con una libreria, per acquistare questo gioiellino che si preannuncia essere la vostra prossima lettura preferita.

1428026872053Arriva ( finalmente aggiungerei) per Piemme, “ Fangirl” di Rainbow Rowell.

Una ragazza timida che scrive storie d’amore lo saprà riconoscere quando se lo troverà davanti?

Continua a leggere!

Recensione di ” Io e te all’alba ” di Sanne Munk Jensen e Glenn Ringtved

Ciao a tutti

Oggi finalmente ho trovato il coraggio di parlarvi di un libro pubblicato un po’ di tempo fa, e che pazientemente mi porto sulla scrivania da allora.

Non è facile parlarvi i libri simili, per questo motivo spero che la recensione non risulti banale e vi trasmetta, anche un minimo, il  mix di emozioni che mi hanno travolto durante la lettura.

Un grazie speciale a  Piemme per la copia del libro.

io2be2bte_cover_250x_Titolo: Io e te all’alba

Autore: Sanne Munk Jensen e Glenn Ringtved

Editore: Piemme Freeway

Uscita: 23 Febbraio 2016

Voto: 5 tazzee

Louise vive ad Aalborg, in Danimarca. Ha diciassette anni, va al liceo. I suoi genitori sono brave persone. Una sera conosce Liam, un ragazzo poco più grande di lei, e i due si innamorano perdutamente. Trovano un minuscolo appartamento ai margini della città e si amano, fra sesso e droga, senza limiti. Liam ha tanti sogni, ma una pessima idea su come realizzarli. Comincia a lavorare per Johannes, uno spacciatore, un pesce grosso. All’inizio va a gonfie vele, ma poi la situazione precipita, trascinandosi dietro tutto e tutti. È inutile chiedersi perché Louise non sia scappata quando ancora poteva farlo. Non l’ha fatto e basta. Questa storia racconta il perché.

divisori

Vorrei descrivere l’alba mentre eravamo lassù, che l’ha fatto quasi diventare bello. E giusto. Vorrei far capire a lei e a papà il perché. Raccontare la storia vera. E vorrei che Liam mi abbracciasse. Evidentemente, però, questa è una delle cose che non si possono fare da morti.  

È da un bel po’ di tempo che mi porto dietro questa recensione sperando, giorno dopo giorno, di trovare le parole giuste per descrivere questo libro. Solo ora mi sono resa conto che per libri del genere le parole non bastano, perché non possono essere catalogati, dire semplicemente che sono brutti o belli. Vanno letti, punto. Vanno assaporati, goduti, e solo alla fine ci si rende conto di che tesoro si ha per le mani.s

La prima parola che mi è venuta in mente una volta terminato il libro è stata “ devastante” .

Avete presente quella sensazione di quando restate per troppo tempo in apnea sott’acqua, i vostri polmoni iniziano a urlare e appena in superficie, fate enormi respiri per saziarvi d’aria? Leggendo “ Io e te all’alba” proverete la stessa identica sensazione. Il desiderio di interromperlo, chiuderlo e posarlo in libreria, lontano, ma nello stesso tempo il bisogno di continuare la storia, di vedere quanto ancora possa essere crudele. Perché credetemi, è spietato, cruento, triste, disperato, incredibilmente bello. È la vita, nel suo essere malvagia e assolutamente magnifica.

Niente sentimentalismi, neanche un pizzico di romanticismo. Anche il più dolce dei sentimenti, viene plasmato rendendolo il più reale possibile. Non vi sembrerà di leggere xuno di quei libro con il lieto fine, ma delle parole che descrivono la vita reale di questi ragazzi con un lieto fine duro, feroce ma felice.

Catalogato come uno Young Adult, “ Io e te all’alba” si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di lettore. Ne resterete talmente affascinati, che anche il più esigente non potrà resistere.

asDue ragazzi, alla soglia dell’età adulta, con tanti sogni ma pessime idee per realizzarli, che scopriranno a loro spese il lato bello e quello brutto della vita. Una protagonista come poche, lontana da artifizi ed esagerazioni, ma comune, come me, come te, come chiunque la legga. Con la dolcezza, l’innocenza della sua età e la tenacia di un’adulta, ci racconta la sua storia. La storia d’amore con il tormentato ma incredibilmente dolce Liam,che la trascinerà nel più bello e più brutto degli incubi. La storia delle persone che la circondano, che tra cadute e difficili rialzate, cercheranno se stessi nei ricordi.

Una storia fatta di lotte, di conquiste, di amore, dolore, gioia e tristezza, di sorrisi, spontanei e felici sorrisi e di lacrime, tante tante lacrime.

xzas

C’è la passione e la devozione più pura, la voglia incondizionata di vivere e quella accettata di morire. È un capolavoro di libro che vi lascerà ad ansimare con gli occhi lucidi. Scomodo, complesso, non convenzionale, ma che sicuramente lascerà il segno. Per chi ama le penne graffianti alla Valentina D’Urbano, per chi ha il cuore abbastanza forte da resistere a storie spietate come “ Il rumore dei tuoi passi”, non lasciatevi scappare  Io e te all’alba. Fa incredibilmente male, ma va letto.

Ripenso a quello che papà mi ha detto quando mi ha dato il permesso di prendere i soldi dal mio libretto di risparmio: che lui e mamma volevano solo che io fossi felice. Non preoccuparti, mamma. Anch’io vorrei soltanto che tu fossi felice, le dico. Lei non sente niente, è ovvio. Però sorride.

divisori

5 tazzee

Il mio voto: doloroso ed indimenticabile

divisori

Acquista il libro qui sotto

18584310