Recensione ● ” Stalking Jack the Ripper ” di Kerri Maniscalco

Ciao a tutti

È uno dei libri più chiacchierati del momento, ed ora che finalmente l’ho concluso capisco il perché. La recensione di oggi è sul primo libro della nuova serie firmata Kerri Maniscalco, “ Stalking Jack the Ripper” che spero venga pubblicata presto anche in italia. Se leggete anche in lingua inglese però, non lasciatevi scapare questo gioiellino: che sia una storia fantastica o una grafica perfetta nei minimi dettaglia, Thomas e Audrey Rose sono una coppia da conoscere e di seguito vi dirò il perché.

●••○••●

51Su+nDUFdL._SX331_BO1,204,203,200_Stalking Jack the Ripper

di Kerri Maniscalco


Seventeen-year-old Audrey Rose Wadsworth was born a lord’s daughter, with a life of wealth and privilege stretched out before her. But between the social teas and silk dress fittings, she leads a forbidden secret life.

Against her stern father’s wishes and society’s expectations, Audrey often slips away to her uncle’s laboratory to study the gruesome practice of forensic medicine. When her work on a string of savagely killed corpses drags Audrey into the investigation of a serial murderer, her search for answers brings her close to her own sheltered world.

The story’s shocking twists and turns, augmented with real, sinister period photos, will make this dazzling debut from author Kerri Maniscalco impossible to forget.

●••○••●

È il 1888 e Whitechapel è nella morsa dell’assassino più famoso di sempre: Jack lo squartatore. Dall’altra parte di Londra, nella City ricca e storica, una ragazza appena diciassettenne combatte la sua personale lotta nei confronti di usi e costumi che la vedono sposata, silenziosa e soprattutto senza idee. Completamente fuori dagli schemi, ben consapevole di esserlo, Audrey Rose si presenta in una veste tutta particolare… mentre incide il corpo morto di una ragazza.

47d3d27a5a0810f89ca366d4f8e1b03bNella Londra vittoriana dove il sesso debole ha il ruolo di ornamento, frivola compagnia e tanto gossip, la sua propensione all’arte forense è un’attitudine del tutto inappropriata, da mantenere segreta. Soprattutto se si è figlia di uno dei Lord più influenti della città e si indossa la gonna. Una mente eccelsa e calcolatrice però difficilmente si tiene in gabbia, e Audrey Rose odia le sbarre. All’insaputa di un padre più protettivo del dovuto, la ragazza diletta la sua passione nel laboratorio medico dello zio, dottore forense, principale investigatore sulle vittime di Jack lo squartatore. Su quel tavolo sterile, Audrey guarda le vite di giovani ragazze strappate via dalla furia assassina e combatte i suoi istinti di libertà contraddetti di un animo gentile e devoto alla famiglia. A tenerla costantemente sul chi vive, c’è l’assistente Thomas, affascinante studente di poche ma taglienti parole. Un occhio attento al dettaglio, in grado di dedure anche il meno plausibile, la ragazza ne sarà attratta ed infastidita allo stesso tempo. E noi ne saremo divertiti come non mai.

8f8b77f4a7c612d0c6953bc1fa1d1c04Anche se la nebbia londinese non piace a nessuno, lasciarsi ammaliare da Audrey Rose e Thomas è abbastanza facile, per non dire naturale. Battute taglienti, dialoghi ferrati, un’ironia che è il cavallo di battaglia, faranno cornice ad una storia in cui poliziesco e thriller si mescolano in una miscela adrenalinica. I vicoli di East End rispecchiano la struttura del libro, dove ogni pagina nasconde qualche piccolo indizio al grande mistero. I personaggi poi, sono anche loro tutto un mistero. Thomas è l’irresistibilità in persona: silenzioso quanto basta, giusto il tempo di irritare la protagonista e poi scomparire, lasciando lei e noi senza parole. Della sua storia si sa poco quanto niente, quanto basta per sperare di conoscerlo più a fondo nel libro successivo. Audrey 5d4bafd29e2ce715bf96d5eab799cc26Rose invece, è un libro aperto. Combatte per i suoi diritti, non riesce ad abbassarsi ai livelli di una società retrograda, di cui denuncia proprio la sua arretratezza. Allo stesso tempo però, desidera ardentemente essere accettata per quello che realmente è, e che la rende unica. Ha le sue idee ed è pervasa dal desiderio di urlarle ai quattro venti, di viverle senza alcun segreto. È tuttavia combattuta dalle conseguenze che queste potrebbero avere non tanto sulla sua immagine, quanto su quella del fratello e del padre. I suoi monologhi sono di una dolcezza smisurata.

Le cupe atmosfere di Londra; gli assassini efferati del famoso Jake; protagonisti divertenti e sensibili; ambientazioni storiche. Insomma, non si hanno scuse per non iniziare Stalking Jack the Ripper, e non si hanno motivi per non amarlo. Nel secondo libro poi, si partirà tutti per la Romania.

Buona lettura, Franci!

●••○••●

5 tazzee

Il mio voto: Pazzesco

●••○••●

Acquista il libro qui sotto:

●••○••●

Annunci

Recensione • ” La battaglia delle tre corone” di Kendare Blake

Ciao a tutti

Iniziamo la settimana in grande stile con la recensione dell’unica lettura che mi ha tenuto compagnia durante la pausa natalizia. Non potendomi dare alla pazza gioia causa esami immanenti, l’unico libro fedele compagno di quei giorni è stato il primo capitolo della trilogia firmata Kendare Blake, “ La battaglia delle tre corone” ( Three dark crowns) pubblicato da Newton Compton. Eccovi di seguito il mio modesto parere e non risparmiatevi sui commenti, voglio sapere tutte le vostre opinioni su questo libro.

Continua a leggere!

Recensione • “Diabolic” di S.J. Kincaid

Ciao a tutti

L’ho trascinato nella borsa in lungo e in largo per quasi due settimane, ed or finalmente posso parlarvene. Il protagonista di oggi è il primo libro della trilogia firmata S.J. Kincaid, pubblicato in Italia da Mondadori, “Diabolic”.

Continua a leggere!

Recensione • ” Fregiate virtù ed inconfessati vizi” di Monika M

Ciao a tutti

Il lunedì diventa più sopportabile se lo si affronta in un’altra epoca. Ecco perché oggi vi parlo del nuovo libro di Monika M, “ Fregiate virtù ed inconfessati vizi”, di cui già vi diedi una piccola anticipazione qualche tempo fa. In questa occasione entreremo più nei dettagli e vi darò la mia opinione su un libro che nel bene o nel male ( dipende da voi) non passerà inosservato.

Continua a leggere!

Recensione • “I’ll meet you there” di Heather Demetrios

Ciao a tutti

Uno dei pochi rimedi ad un lunedì disastroso, è la lettura di un piacevole libro che ti tiri un po’ su di morale. Oggi ho il libro perfetto per queste occasioni. Eccovi la recensione di “ I’ll meet you there” di Heather Demetrios, un libro ancora inedito in Italia ma che spero possa essere tradotto presto. Conquisterebbe facilmente il cuore delle fan di Colleen Hoover.

Continua a leggere!

Blog Tour • “Viking. Le ossa di Ardal” di Linnea Hrtsuyker | Recensione

Ciao a tutti

Continua il blog tour dedicato al libro “ Viking. Le ossa di Ardal” della scrittrice Linnea Hartsuyker, pubblicato da Giunti. In questa occasione, dovete sorbirvi la mia recensione. Buona lettura miei cari!

Continua a leggere!

Recensione in anteprima • ” Wintersong ” di S. Jae – Jones

Ciao a tutti

Tra le grandi uscite di cui vi parlo in questi giorni, non può non rientrare “ Wintersong”, il libro della scrittrice S. Jae-Jones, disponibile da oggi in tutte le librerie per Newton Compton. Il primo di una serie che amerete alla follia, scopriamolo insieme!

●••○••●

51mURVlZiLL._SX316_BO1,204,203,200_Wintersong

di S. Jae-Jones


Editore: Newton Compton

Data d’uscita: 26 Ottobre 2017

L’inverno si avvicina, e il Re dei Goblin sta per partire alla ricerca della sua sposa…
Sin da quando era una bambina, Liesl ha sentito infiniti racconti sui Goblin. Quelle leggende hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso ha diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale. Ricco di musica e magia, personaggi straordinari e storie avvincenti e romantiche, Wintersong trasporta il lettore in un’atmosfera indimenticabile.

●••○••●

La tua passione, la tua vivacità, la tua capacità di provare emozioni, verrà tutto risucchiato. E quando non sarai che un’ombra di quello che eri, solo allora, alla fine, morirai. Credevi che il tuo cuore pulsante fosse il dono più grande che potessi dare? No, mortale, il tuo cuore pulsante non è che il più infimo.

Ogni storia che si rispetti dovrebbe iniziare con un “C’era una volta…”. Wintersong onora in pieno questa regola e viene ricambiato con una storia particolarissima che conquista i lettori con una facilità da lasciare esterrefatti. Con ogni particolare al punto giusto, sembra l’evoluzione delle favole alla Fratelli Grimm, da leggere sotto le coperte a notte fonda. Di sicuro perfette per questo periodo dell’anno, in cui il confine tra il mondo di sopra e quello di sotto si assottiglia sempre più. Quale modo migliore di dare il benvenuto ad Halloween se non con Liesl e le sue avventure tra i Goblin?

Se tu non avessi tanta paura di condividerla con me, se non avessi tanta paura di quella parte di te, avresti potuto avermi già da un pezzo.

Contrariamente a quanto si può pensare, per rendere magico un libro in molte winter 1occasione, la magia è l’ultima cosa a cui si fa ricordo. C’è bisogno di poesia, dolcezza, quell’atmosfera fuori dal comune che rimanda agli ambienti austeri dei Cavalieri della tavola rotonda. Tanto mistero e alla fine, per concludere in bellezza, qualche incantesimo che complichi un po’ le cose. Personaggi con le proprie fattezze, che danno uno bello schiaffo alle famose figure di Propp e uno stile da mangiare con gli occhi, che ti tiene sveglio fino al sorgere del sole. Se poi, vogliamo proprio creare un capolavoro, allora spolverate un po’ di creatività e date vita ad una copertina che è tutto mistero e fascino. Solo così si avrà un libro da collezione. Un libro simile a Wintersong.

Quando l’Erlkonig gioca, gioca per sempre.

Non fraintendetemi, ciò che ha creato S. Jae-Jones non può essere semplicemente winter 2sintetizzato in queste poche righe. Liesl, Kathe, il re dei Goblin non hanno solo nomi improbabili, dalla pronuncia impossibile; sono quello che si direbbe un bellissimo quadretto, attori che impersonano in maniera quasi maniacale leggende e miti dando vita ad avventure che lasciano a bocca aperta, che ti faranno continuamente dubitare di ciò che potrebbe succedere. Portabandiera la fiera protagonista, Liesl, orgogliosa e amorevole sorella, che si prende cura dei lettori come con i propri fratelli, scendendo a patto con il diavolo pur di salvarli. A completare la coppia perfetta è il diavolo in persona, austero ed affascinante, ma anche solitario e schivo, un ragazzo che ha vissuto tanto e mantiene ancora quella scintilla giovanile che ammalia la ragazza, l’attira tra le sue braccia. A coronare la loro storia una radura magica, soprannaturale, teatro di nuove amicizie, amori che sbocciano e dolorosi addii.

Pericoloso come il vento d’inverno che dall’interno ti congela fino al midollo, non come una lama, che dall’estero ti squarcia la gola.

Oltre all’alone magico che riveste tutto il libro – vi chiederete perché non sia scritto su

Wintersong_Glossary_Final
La guida a Wintersong

pagine ingiallite dal tempo e conservato in una teca sotto sorveglianza, a rendere davvero irresistibile Wintersong è quella musica che sembra suonare ogni pagina. Le note, nuove canzoni, il dolce suono del violino sono i binari che faranno muovere i personaggi: ogni cosa inizia con la musica e termina con essa, in una grande e spettacolare opera lirica. Metterete da parte una protagonista in alcuni punti troppo sottomessa, con il più basso livello di autostima che abbia mai letto, che sfiora il sopportabile; metterete da parte scene e battute forse un po’ ripetitive nella seconda metà del libro. Metterete da parte qualche nota stonata per godervi un musical ricco di luci ed ombre, il Fantasma dell’Opera… un po’ più fantasy e senza tenori.

Ho bisogno di essere spezzata da te per ritrovarmi.

L’unica aspetto sul quale davvero non si può passare oltre, è senza ombra di dubbio il finale. Un finale cattivo, amorale e ingiusto per ogni lettore che dovrà attendere mesi prima dell’uscita del seguito. Se potrete chiudere un occhio a questa caduta fuori corso, allora rilassatevi e perdetevi nelle foreste bavaresi, in luoghi incantati dove il tempo perde consistenza ed i mondi si uniscono, portando alla luce scheletri e fantasmi, sogni proibiti e dolci melodie.

Buona lettura, Franci!

●••○••●

4 tazze buo

Il mio voto: difficile da descrivere, bisogna leggerlo.

●••○••●

Acquista il libro qui sotto:

●••○••●

Recensione in anteprima • ” Midnight Jewel” di Richelle Mead

Ciao a tutti

È da più di una settimana che me lo porto dietro ed ora finalmente posso parlarvene. Esce oggi in tutte le librerie il nuovo libro della serie di Richelle Mead, “ Midnight Jewel “, pubblicato da Edizioni LSWR. Ho avuto il piacere di leggerlo in anteprima e non vedo l’ora di dare inizio alle danze. Vi va di tornare alla Corte Scintillante?

Continua a leggere!

Recensione in anteprima • ” Fino all’ultima parola” di Tamara Ireland Stone

Ciao a tutti

Vi avviso! Questa recensione nasce del tutto spontanea, nel pieno di sclero post lettura in cui sei ancora in preda agli spasmi e alle emozioni del libro. Raramente mi lascio andare a recensione senza freni, con Fino all’ultima parola ho dato una svolta alla mia tendenza maniacale al razionale e al diavolo tutto! Io devo parlarvi di questo libro.  Cercate di perdonarmi giri di parole e pensieri forse troppo lunghi, è il cuore che parla questa volta e se siete lettori sapete quanto sia difficile tenerlo a bada in queste occasioni.

Continua a leggere!

Recensione in anteprima • ” Magic ” di V.E. Schwab

Ciao a tutti

Non vedo l’ora di parlarvi di uno dei libri più attesi di questo mese , primo di una serie che ha innumerevoli fan in tutto il mondo. Arriverà in Italia grazie a Newton Compton il 12 Ottobre, “ Magic” di V.E. Schwab. Pronti a conoscere Kell, Lila e le quattro Londra?

Continua a leggere!