Recensione • ” Fregiate virtù ed inconfessati vizi” di Monika M

Ciao a tutti

Il lunedì diventa più sopportabile se lo si affronta in un’altra epoca. Ecco perché oggi vi parlo del nuovo libro di Monika M, “ Fregiate virtù ed inconfessati vizi”, di cui già vi diedi una piccola anticipazione qualche tempo fa. In questa occasione entreremo più nei dettagli e vi darò la mia opinione su un libro che nel bene o nel male ( dipende da voi) non passerà inosservato.

Continua a leggere!

Annunci

Recensione • “I’ll meet you there” di Heather Demetrios

Ciao a tutti

Uno dei pochi rimedi ad un lunedì disastroso, è la lettura di un piacevole libro che ti tiri un po’ su di morale. Oggi ho il libro perfetto per queste occasioni. Eccovi la recensione di “ I’ll meet you there” di Heather Demetrios, un libro ancora inedito in Italia ma che spero possa essere tradotto presto. Conquisterebbe facilmente il cuore delle fan di Colleen Hoover.

Continua a leggere!

Blog Tour • “Viking. Le ossa di Ardal” di Linnea Hrtsuyker | Recensione

Ciao a tutti

Continua il blog tour dedicato al libro “ Viking. Le ossa di Ardal” della scrittrice Linnea Hartsuyker, pubblicato da Giunti. In questa occasione, dovete sorbirvi la mia recensione. Buona lettura miei cari!

Continua a leggere!

Recensione in anteprima • ” Wintersong ” di S. Jae – Jones

Ciao a tutti

Tra le grandi uscite di cui vi parlo in questi giorni, non può non rientrare “ Wintersong”, il libro della scrittrice S. Jae-Jones, disponibile da oggi in tutte le librerie per Newton Compton. Il primo di una serie che amerete alla follia, scopriamolo insieme!

●••○••●

51mURVlZiLL._SX316_BO1,204,203,200_Wintersong

di S. Jae-Jones


Editore: Newton Compton

Data d’uscita: 26 Ottobre 2017

L’inverno si avvicina, e il Re dei Goblin sta per partire alla ricerca della sua sposa…
Sin da quando era una bambina, Liesl ha sentito infiniti racconti sui Goblin. Quelle leggende hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso ha diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale. Ricco di musica e magia, personaggi straordinari e storie avvincenti e romantiche, Wintersong trasporta il lettore in un’atmosfera indimenticabile.

●••○••●

La tua passione, la tua vivacità, la tua capacità di provare emozioni, verrà tutto risucchiato. E quando non sarai che un’ombra di quello che eri, solo allora, alla fine, morirai. Credevi che il tuo cuore pulsante fosse il dono più grande che potessi dare? No, mortale, il tuo cuore pulsante non è che il più infimo.

Ogni storia che si rispetti dovrebbe iniziare con un “C’era una volta…”. Wintersong onora in pieno questa regola e viene ricambiato con una storia particolarissima che conquista i lettori con una facilità da lasciare esterrefatti. Con ogni particolare al punto giusto, sembra l’evoluzione delle favole alla Fratelli Grimm, da leggere sotto le coperte a notte fonda. Di sicuro perfette per questo periodo dell’anno, in cui il confine tra il mondo di sopra e quello di sotto si assottiglia sempre più. Quale modo migliore di dare il benvenuto ad Halloween se non con Liesl e le sue avventure tra i Goblin?

Se tu non avessi tanta paura di condividerla con me, se non avessi tanta paura di quella parte di te, avresti potuto avermi già da un pezzo.

Contrariamente a quanto si può pensare, per rendere magico un libro in molte winter 1occasione, la magia è l’ultima cosa a cui si fa ricordo. C’è bisogno di poesia, dolcezza, quell’atmosfera fuori dal comune che rimanda agli ambienti austeri dei Cavalieri della tavola rotonda. Tanto mistero e alla fine, per concludere in bellezza, qualche incantesimo che complichi un po’ le cose. Personaggi con le proprie fattezze, che danno uno bello schiaffo alle famose figure di Propp e uno stile da mangiare con gli occhi, che ti tiene sveglio fino al sorgere del sole. Se poi, vogliamo proprio creare un capolavoro, allora spolverate un po’ di creatività e date vita ad una copertina che è tutto mistero e fascino. Solo così si avrà un libro da collezione. Un libro simile a Wintersong.

Quando l’Erlkonig gioca, gioca per sempre.

Non fraintendetemi, ciò che ha creato S. Jae-Jones non può essere semplicemente winter 2sintetizzato in queste poche righe. Liesl, Kathe, il re dei Goblin non hanno solo nomi improbabili, dalla pronuncia impossibile; sono quello che si direbbe un bellissimo quadretto, attori che impersonano in maniera quasi maniacale leggende e miti dando vita ad avventure che lasciano a bocca aperta, che ti faranno continuamente dubitare di ciò che potrebbe succedere. Portabandiera la fiera protagonista, Liesl, orgogliosa e amorevole sorella, che si prende cura dei lettori come con i propri fratelli, scendendo a patto con il diavolo pur di salvarli. A completare la coppia perfetta è il diavolo in persona, austero ed affascinante, ma anche solitario e schivo, un ragazzo che ha vissuto tanto e mantiene ancora quella scintilla giovanile che ammalia la ragazza, l’attira tra le sue braccia. A coronare la loro storia una radura magica, soprannaturale, teatro di nuove amicizie, amori che sbocciano e dolorosi addii.

Pericoloso come il vento d’inverno che dall’interno ti congela fino al midollo, non come una lama, che dall’estero ti squarcia la gola.

Oltre all’alone magico che riveste tutto il libro – vi chiederete perché non sia scritto su

Wintersong_Glossary_Final
La guida a Wintersong

pagine ingiallite dal tempo e conservato in una teca sotto sorveglianza, a rendere davvero irresistibile Wintersong è quella musica che sembra suonare ogni pagina. Le note, nuove canzoni, il dolce suono del violino sono i binari che faranno muovere i personaggi: ogni cosa inizia con la musica e termina con essa, in una grande e spettacolare opera lirica. Metterete da parte una protagonista in alcuni punti troppo sottomessa, con il più basso livello di autostima che abbia mai letto, che sfiora il sopportabile; metterete da parte scene e battute forse un po’ ripetitive nella seconda metà del libro. Metterete da parte qualche nota stonata per godervi un musical ricco di luci ed ombre, il Fantasma dell’Opera… un po’ più fantasy e senza tenori.

Ho bisogno di essere spezzata da te per ritrovarmi.

L’unica aspetto sul quale davvero non si può passare oltre, è senza ombra di dubbio il finale. Un finale cattivo, amorale e ingiusto per ogni lettore che dovrà attendere mesi prima dell’uscita del seguito. Se potrete chiudere un occhio a questa caduta fuori corso, allora rilassatevi e perdetevi nelle foreste bavaresi, in luoghi incantati dove il tempo perde consistenza ed i mondi si uniscono, portando alla luce scheletri e fantasmi, sogni proibiti e dolci melodie.

Buona lettura, Franci!

●••○••●

4 tazze buo

Il mio voto: difficile da descrivere, bisogna leggerlo.

●••○••●

Acquista il libro qui sotto:

●••○••●

Recensione in anteprima • ” Midnight Jewel” di Richelle Mead

Ciao a tutti

È da più di una settimana che me lo porto dietro ed ora finalmente posso parlarvene. Esce oggi in tutte le librerie il nuovo libro della serie di Richelle Mead, “ Midnight Jewel “, pubblicato da Edizioni LSWR. Ho avuto il piacere di leggerlo in anteprima e non vedo l’ora di dare inizio alle danze. Vi va di tornare alla Corte Scintillante?

Continua a leggere!

Recensione in anteprima • ” Fino all’ultima parola” di Tamara Ireland Stone

Ciao a tutti

Vi avviso! Questa recensione nasce del tutto spontanea, nel pieno di sclero post lettura in cui sei ancora in preda agli spasmi e alle emozioni del libro. Raramente mi lascio andare a recensione senza freni, con Fino all’ultima parola ho dato una svolta alla mia tendenza maniacale al razionale e al diavolo tutto! Io devo parlarvi di questo libro.  Cercate di perdonarmi giri di parole e pensieri forse troppo lunghi, è il cuore che parla questa volta e se siete lettori sapete quanto sia difficile tenerlo a bada in queste occasioni.

Continua a leggere!

Recensione in anteprima • ” Magic ” di V.E. Schwab

Ciao a tutti

Non vedo l’ora di parlarvi di uno dei libri più attesi di questo mese , primo di una serie che ha innumerevoli fan in tutto il mondo. Arriverà in Italia grazie a Newton Compton il 12 Ottobre, “ Magic” di V.E. Schwab. Pronti a conoscere Kell, Lila e le quattro Londra?

Continua a leggere!

Review Party • ” Le cose da dimenticare” di Kerry Lonsdale | Recensione

Ciao a tutti

Negli ultimi giorni la connessione internet di casa ha deciso di prendersi una pausa, impedendomi di rispettare l’ultimo appuntamento con il Blogtour. Per questo, facciamo per un attimo finta che sia giovedì e che questa recensione rientri nel Review Party per il libro di Kerry Lonsdale, “ Le cose da dimenticare”.

21458367_10212974779796006_1998766044_o

Continua a leggere!

Recensione • “Dream Hunters. Il ponte illusorio” di Myriam Benothman

Ciao a tutti

A chi piacciono le fiabe? Se la risposta è un vibrante Si corale, allora segnatevi autore e titolo del libro che sto per proporvi, non ne resterete delusi. Si intitola “Dream Hunters. Il ponte illusorio” ed è il primo libro dell’omonima trilogia della scrittrice Myriam Benothman. Edito da Astro Edizioni, la storia di Sophie vi catapulterà dalla romantica Parigi al magico mondo delle favole, con una Biancaneve, Cenerentola o la Bella Addormentata come non le avete mai lette.

 

41dnzF7-FGL._SY346_Dream Hunters. Il ponte illusorio

di Myriam Benothman


Editore: Astro Edizioni

Data di uscita: 21 novembre 2016

Cosa faresti, se potessi incontrare il tuo amore solo in sogno?
Sophie ha 17 anni e vive a Parigi. In apparenza una ragazza come tante, finché non si imbatte in un antico libro di favole ed è vittima di un’allucinazione.
Hanno così inizio i suoi sogni vividi e surreali, nei quali si innamora di Alexander, principe seducente e inafferrabile. Due mondi – uno reale, uno incantato – così legati, eppure irraggiungibili… A metà tra sonno e realtà, Sophie dovrà fare i conti con sé stessa e con un amore avventuroso e proibito.

●••○••●

 

< Dicevi che ci sono tanti modi di raccontare una storia >. Mia madre torna a guardarmi e la sua immagine si fa sfocata. < Non dimenticarlo mai, amore mio>.

Cresciamo a suon di fiabe e sogni, immaginiamo principi a cavallo e paesaggi lussureggianti ricchi di animali parlanti. Ma fino a che punto quelle fiabe che hanno alimentato la nostra fantasia e che da adulti ci regalano una dolce nostalgia, influenzano quello che è il nostro presente? Myriam Benothman ce lo spiega nel modo più originale possibile, immergendoci in prima persona nella gita di Cappuccetto Rosso alla nonna o nella ricerca del principe della sua Bella addormentata nel bosco. Senza dimenticare streghe malefiche e specchi magici, conosceremo Sophie ed il suo particolarissimo potere, ci addormenteremo con lei per risvegliarci nel mondo dove è tutto possibile, dove Cenerentola ha la sua fata madrina e i principi hanno capelli neri e penetranti occhi azzurri. E soprattutto, rispondono a tono.

Gli stessi occhi che l’avevano fronteggiata quella notte di tre anni prima, animati da un odio feroce. Gli occhi che, per lungo tempo, avevano tormentato ogni suo istante di veglia. Gli occhi azzurri di un principe innamorato della sua mortale nemica.

1dc046bf74f2923d131ab00f1463d7afUna favola moderna che dalle vecchie prende spunto e le rivoluziona, dandogli nuova veste senza perdere la magia del tradizionale. È quello che fa Sophie, tirata su a racconti e altri mondi, improvvisamente protagonista di un avvincente avventura tra montagne stregate e corti addormentate, alla ricerca del suo principe azzurro. Stiate tranquilli, non è la principessa sprovveduta che segue una luce per la torre di un castello e si punge il dito con un fuso. Le protagoniste delle nuove fiabe si sono evolute, vestono ancora abiti lunghi ma preferiscono cavalcare all’amazzone e non aspettano il cavaliere, si svegliano da sole. Ovviamente dopo aver fatto un bel sogno ristoratore. Anche il principe in questione però non ha niente da invidiare al Florian di Biancaneve o al Filippo di Aurora. Spavaldo, temerario, affascinante per titolo, irritante a piacimento, incredibilmente leale: Sophie ci ha visto giusto con Alexander, non c’è niente da obiettare. Peccato che viva solo nei suoi sogni.

Nessuno sarebbe vissuto felice e contento. Mai più.

Un inizio di serie sfavillante, degno delle corti più sfarzose, in cui l’unica pecca è il “ C’era 3340368ebdcd84fd6ebe2f9139341bf6una volta” che manca. Con il tocco leggero alla bibbidi bobbidi bu della Fata Smemorina, prendono vita quei personaggi tanto amati e di nuovi che se fossero stati scritti da Perrault e animati dalla Disney, ora li sogneremo insieme ad i sette nani. Un’eroina che con il potere di cambiare le favole, scopre quanto queste siano ormai radicate nel nostro quotidiano, influenzandolo. Francese anche lei, sembra la Belle del XXI secolo, di giorno alle prese con un mondo moderno fatto di instagram e feste, nel sonno dotata di poteri magici, custode di un regno al quale inconsciamente, è sempre appartenuta. Impavida, disposta a tutto pur di salvare coloro che ama. O colui!

Lasciatevi andare alla lettura, a tutti è concesso perdersi ancora dietro ad una favola. E se a libro concluso, desidererete chiudere gli occhi ed incontrare il vostro Alexander, allora l’incantesimo ha fatto effetto.

Buona lettura, Franci!

●••○••●

4 tazze

Il mio voto: Una fiaba nelle fiabe

●••○••●

Acquista il libro qui sotto

●••○••●

Recensione in anteprima • “Io e te come un romanzo” di Cath Crowley

Ciao a tutti

Uscirà nelle librerie domani, 19 Settembre, il libro firmato Cath Crowley “ Io e te come un romanzo” (Words in deep blue) , edito DeAgostini. Un delicato YA, protagonista di un’iniziativi bookcrossing in giro per l’Italia, che mi ha fatto volentieri compagnia in una nottata senza studio e tanta ansia. Ve ne parlo nella recensione di seguito, fatemi sapere se potrà essere una delle vostre prossime letture.

Continua a leggere!