Review Party • “Addicted” di Paolo Roversi

Ciao a tutti

Dopo al tappa dedicata a due dei sette personaggi del libro, è arrivato il momento di palarvi dell’intera storia. Eccovi la mia recensione di “Addicted”, libro di Paolo Roversi pubblicato per SEM edizioni e disponibile da oggi 17 Gennaio.

Avete seguito tutte le tappe del #BlogTour ? Domani l’ultima tappa vi aspetta qui…

calendariorov (1) (1)

●••○••●

41t0gzk5iml._sy346_

Addicted

di Paolo Roversi

Editore: SEM

Data d’uscita: 17 gennaio

Rebecca Stark è una brillante psichiatra londinese che ha messo a punto un innovativo sistema per guarire la gente dalle proprie ossessioni. Il metodo Stark è così efficace che un magnate russo, Grigory Ivanov, decide di affidarle la conduzione della Sunrise, la prima di una serie di cliniche all’avanguardia, disseminate in tutto il pianeta, che aiuteranno le persone ad affrancarsi dalle loro peggiori addiction. Viene così lanciata una campagna pubblicitaria a livello mondiale. Il primo centro apre in Italia, in Puglia, all’interno di un’antica masseria ristrutturata, circondata da campi e ulivi. Un posto perfetto per accogliere i pazienti che, come parte integrante della cura, dovranno lavorare, cucinare e dedicarsi alle pulizie. Vivranno, insomma, come una piccola comunità isolata.

All’inizio della terapia tutto sembra girare nel migliore dei modi ma, ben presto, alcuni pazienti scompaiono misteriosamente. Complice una pioggia torrenziale che tiene segregati gli ospiti, impedendogli la fuga e ogni contatto con l’esterno, comincia da quel momento un macabro gioco al massacro.

●••○••●

L’anno non poteva iniziare con letture più belle. I thriller che mi hanno accompagnato in questo primo mese sono stati uno più entusiasmante dell’altro. L’ultimo da inserire alla lista? Ovviamente questo di Paolo Roversi, un’avvincente storia che inizia le danze con una ingannevole tranquillità e sul più bello, scombina le carte in tavola e inizia a divertirsi.

La trama è già originale di per sé, interessante ma anche una grande gatta da pelare per l’autore. Protagonisti con delle dipendenze e un metodo che dovrebbe guarirli: disturbi psichiatrici che si spera vengono trattati con un approccio più professionale possibili. Non lo sperate anche voi? Beh, io si, e sono stata soddisfatta in pieno. L’autore non smentisce, non fa passi falsi, ci immerge nella villa delle “dipendenze” e ci fa conoscere il metodo Stark. La mia preoccupazione per una Rebecca Stark che non fosse sopra le righe o finta (non lo è mai) lascia spazio ben presto ad un’insana curiosità su eventi che diventano man mano più ferrati e adrenalinici. Un inizio un po’ lento, questo c’è da dirlo, ma uno sviluppo di tutto rispetto.

I vari personaggi mi hanno coinvolto uno più dell’altro. Per qualcuno c’è stata simpatia (Jian), per qualcuno dolcezza (Rose e Jessica) per qualcuno un’antipatia da stereotipo di ragazzo viziato (Claudio). Di tutti però si rispetta la malattia, se è il termine giusto, e si riconosce la fiducia che, pur nascondendola, riversano nel metodo. E questo gli fa onore. Sono comunque sette persone molto delicate, esclusa Rebecca e il personale, chiuse in una villa che per quanto venga smentito costantemente, ha poche vie di fuga. Prima o poi qualcuno un vaso lo deve rompere e quando succede, i dubbi le accuse la paura, infiammano gli ambienti. A noi lettori non resta che sederci e goderci lo spettacolo.

La scrittura è l’ultimo dettaglio che ha reso il libro ancora più scorrevole. Curata nei dettagli, non ha però le pretese di essere pomposa o ricercata. Dialoghi al punto giusto, che non appesantiscono e salti temporali che non distolgono l’attenzione. Avete bisogno di altro per convincervi a leggerlo? Fatevi questo regalo, passerete la notte in bianco. Siete avvisati!

Buona lettura, Franci!

●••○••●

Il mio voto

4 tazze

●••○••●

Acquista il libro qui sotto: (link affiliazione amazon)

https://amzn.to/2QRKDs0

●••○••●

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...