Recensione in anteprima • “Figli di sangue e ossa” di Tomi Adeyemi |Children of blood and bone

Ciao a tutti

Inizio la settimana parlandovi di uno dei libri più chiacchierati degli ultimi mesi, sulla bocca di tutti, che arriverà il 2 ottobre in Italia per Rizzoli. “Figli di sangue e ossa” è il titolo italiano del libro di Tomi Adeyemi, Children of blood and bone. Date uno sguardo alla recensione, e ditemi se vi attira, lo leggerete oppure non è il vostro genere.

●••○••●

00127fdso0001Figli di sangue e ossa

di Tomi Adeyemi


Editore: Rizzoli

Editore inglese: Henry Holt Books for Young Readers

Data d’uscita: 2 ottobre 2018

Zélie Adebola  ricorda quando il territorio di Orïsha canticchiava con la magia.
I Bruciatori accendevano le fiamme, le Correnti seguivano le onde e la Mietitrice, la madra di Zélie, convoncava le anime.
Ma tutto è cambiato la notte in cui la magia è sparita. Per ordine di un re spietato i maji sono stati uccisi, lasciando Zélie senza una madre e la sua gente senza speranza.
Ora Zélie ha una sola possibilità di riportare la magia e colpire la monarchia.
Con l’aiuto di una principessa ribelle, Zélie deve raggirare il principe sovrano e poi riuscire a fuggire, il quale è ben determinato ad  eliminare la magia per sempre.
Il pericolo è in agguato ad  Orïsha, dove spiriti vendicativi attendono nelle acque.
Eppure il più grande pericolo potrebbe essere la stessa Zélie mentre lotta per controllare i suoi poteri e i suoi sentimenti sempre più crescenti per un nemico.

●••○••●

Quando ho tra le mani libri che sono stati acclamati in ogni dove, sulla bocca di tutti per mesi e con un’edizione decisamente inusuale e bellissima (per quanto l’estetica abbia una minima importanza) ciò che spero di trovare leggendolo sono personaggi potenti e strutturati; un’ambientazione inusuale; per il genere anche la giusta dose di avventura descritta rendendo l’adrenalina l’ingrediente principale; una storia nel complesso che non ti fa staccare gli occhi dalle pagine. Sono queste le caratteristiche che mi aspettavo di trovare in Children of blood and bone… e che non ho trovato. O meglio, le ho lette ma in una forma ovattata, che non esplode come dovrebbe.

tumblr_p5vc000gOQ1uscuj7o1_1280Eroina dalla pelle scura, occhi grigi e un manto di capelli bianchi: ecco la Zèlie che mi ha spinto a credere in un libro diverso dal solito. Quante volte vi sono capitate protagoniste con queste fattezze? Una combattente caduta in disgrazia, senza più la magia dalla sua parte ma con una rabbia interiore che brucerebbe interi villaggi. Trova una guerra da combattere e si batte a capofitto nella battaglia. Con lo spirito di una ragazzina testarda, poco riflessiva, spinta solo dal sentimento ma con pochissimo sale in zucca. Le si stima questo suo caratterino, pronto a immolarsi per i familiari, ma qualche volta la si preferirebbe un po’ meno ingenua.

Il risvolto della medaglia è un altro personaggio femminile che ci racconterà il suo punto di vista: la principessa Amari. Sicuramente, a mio parere, il personaggio meglio riuscito. Cresciuta sotto l’autorità di un padre tiranno che la plasma a sua immagine, ribellarsi risulta molto più difficile di quanto immagina. Liberarsi di quell’eredità del padre è una costante sfida, che Amari affronta con un coraggio che non sa di possedere, ed una determinazione che impara pian piano. Quella meglio caratterizzata, si fa difficoltà a non apprezzarla.

61SB-c0mHGL._SX329_BO1,204,203,200_Tzain e Inan, i due protagonisti maschili, rimangono invece alquanto anonimi, nonostante siano un punto di riferimento nella storia. Inan soprattutto è il più irritante di tutti. Fratello di Amari ed erede al trono, risente anche lui della mano forte del padre. Ma se la sorella l’affronta con maturità, Inan sembra un bambino al quale hanno tolto il suo giocattolo preferito. Noioso nella maggior parte delle scene e molto prevedibile.

Al quadro di aspetti che non mi sono affatto piaciuti si aggiunge l’amicizia tra le due ragazze, a mio parere inesistente. Insomma, c’è rispetto tra loro, iniziano a conoscersi e a capirne i punti di vista. Ma amicizia è una parola grossa, che non ho trovato in questa storia. Magari nel seguito. E un piccolo accenno tocca anche all’instalove. Smettetela con questi colpi di fulmine che scatenano viaggi mentali e sogni ad occhi aperti. Non è questo il genere in cui trattarli e decisamente hanno stancato.

Nell’insieme, dalla storia stessa mi aspettavo qualcosa di più originale. C’è stata un’ingiustizia, si scopre come rimediare a quest’ingiustizia, si parte per un viaggio con l’allegra combriccola. Ne ho letti di libri simili! Certo, dal canto suo, c’è uno stile scorrevole, una lettura piacevole e un background che riserva sorprese, questo devo sottolinearlo.

Non fraintendetemi, non è un brutto libro. Al contrario, vi consiglio di leggerlo. Ciò che non accetto è l’enorme polverone che ha scatenato e che secondo me, non merita. Se le voci fossero state meno chiassose, lo avrei letto senza aspettative ricevendo in cambio una storia piacevole ma ordinaria. Invece hanno voluto strafare, e io mi aspetto il capolavoro. Almeno per il secondo libro.

Buona lettura, Franci!

●••○••●

3 tazze buo

Il mio voto: Non soddisfa l’Hype

●••○••●

Acquista il libro qui sotto:

https://amzn.to/2NspU09

●••○••●

Attenzione: Il blog è affiliato ad Amazon. Acquistando il libro dal link non vi verrà addebitato alcun costo aggiuntivo. Il sito provvederà ad aiutare il blog negli acquisti di libri. Grazie mille!

2 pensieri riguardo “Recensione in anteprima • “Figli di sangue e ossa” di Tomi Adeyemi |Children of blood and bone

  1. ALLELUIA! Finalmente qualcuno che la pensa come me, dopo mesi dalla lettura l’unica cosa che mi è rimasta in testa è quel terrificante instalove, uno dei più fastidiosi di sempre. Inan è uno psicopatico rimbambito, non ci sono altre parole per definirlo. La cosa assurda è che cambia la sua idea nel giro di 5 righe…boh. Anche io ho dato lo stesso voto, non è un libro schifoso, ma non è assolutamente il capolavoro di cui si dice.

    "Mi piace"

Rispondi a perfaaddictedwithbook Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...