Recensione • ” Questo canto selvaggio ” di Victoria Schwab

Ciao a tutti

Era nella mia lista di libri da leggere da un tempo incalcolabile. Finalmente, prima di cedere allo studio matto e disperatissimo, ho deciso di regalarmelo e divorarlo in poco più di un giorno. Sto parlando di “ Questo canto selvaggio” ( This sevage song) dell’apprezzatissima Victoria Schwab. Eccovi la recensione.

Questo canto selvaggio (I mostri di Verity Vol. 1)Questo canto selvaggio

di Victoria Schwab


Editore: Giunti

Per anni Verity City è stata teatro di crimini e attentati, finché ogni episodio di violenza ha cominciato a generare mostri, creature d’ombra appartenenti a tre stirpi: i Corsai e i Malchai, avidi di carne e sangue umani, e i Sunai, più potenti, che come implacabili angeli vendicatori con il loro canto seducente catturano e divorano l’anima di chi si sia macchiato di gravi crimini. Ora la città è attraversata da un muro che separa due mondi inconciliabili e difende una fragile tregua: al Nord lo spietato Callum Harker offre ai ricchi protezione in cambio di denaro, mentre al Sud Henry Flynn, che ha perso la famiglia nella guerra civile, si è messo a capo di un corpo di volontari pronti a dare la vita pur di difendere i concittadini e ha accolto come figli tre Sunai. In caso di guerra la leva più efficace per trattare con Harker sarebbe la figlia. Così August, il più giovane Sunai, si iscrive in incognito alla stessa accademia di Kate per tenerla sotto controllo. Ma lei, irrequieta, implacabile e decisa a tutto pur di dimostrare al padre di essere sua degna erede, non è un’ingenua…

●••○••●

Mostri mostri belli e brutti,

Verranno a mangiarvi, a uccidervi tutti.

Corsai, Corsai, artigli e zanne,

la vostra vita misurano a spanne.

Malchai, Malchai, vi mostrano i denti,

e gli occhi rossi violenti e nolenti.

Sunai, Sunai, occhi di pece,

sentite una musica poi l’anima tace.

Mostri, Mostri, belli e brutti,

Verranno a mangiarvi, a uccidervi tutti.  

Infestano le vecchie case, le storie intorno al falò, i giardini la notte di halloween. Terrorizzano gli incubi dei bambini, hanno forme diverse ma quando chiudono gli occhi anche gli adulti li vedono. Mettete da parte il mostro cattivo che si nascondeva nell’armadio o sotto al letto. Questi sono più grossi, potenti, hanno artigli ed occhi rossi. Si nascondono negli angoli più bui, aspettano la notte per attaccare e sono forti. Estremamente forti. Invincibili.

fe872b5b114a6c4b349d0219a3a891e2Se c’è qualcuno che può rendere una protagonista, un’eroina con un coraggio da invidiare,  quello è Victoria Schwab. Se c’è qualcuno che può rendere un mostro un essere ricco di tenerezza, quello è Victoria Schwab. Se c’è qualcuno che riesca a calare personaggi pressoché perfetti in un’ambientazione unica nel suo genere, quello è Victoria Schwab e noi non possiamo fare altro che aprire un suo libro e lasciarci coinvolgere.

Uno degli aspetti negativi dell’essere un avido lettore – oltre al portafogli costantemente vuoto – è lo stupirsi sempre con meno frequenza dei mondi creati dagli scrittori. Ne sileggiamo talmente tanti che incontrarne uno nuovo, completamente inaspettato, diventa un affare di stato degno di parata e festa nazionale. Beh, preparate i palloncini perché con Questo canto selvaggio la sorpresa è garantita. Mettere su uno sfondo ricco di mistero, suspense e fughe rocambolesche non è un gioco da poco, fallo con uno stile particolare ma accattivante, che scorre sotto agli occhi senza alcun preavviso, è decisamente privilegio di poche penne. Victoria Schwab prende a pieno titolo lo scettro e ci catapulta in questa Verity 2City divisa in fasce, dove gli uomini vivono nel terrore e i mostri prendono vita dalle ombre, nascono della violenza, dal crimine e dal dolore. Dove due leader si contendono il potere di una popolazione sempre più terrorizzata, i loro figli diventano esche per inganni e complotti, colpi di stato e menzogne. Su questo palcoscenico si muovono i due personaggi principali, spinti da forza contrarie che a vicenda, sapranno aiutarsi a migliorare. Kate, temeraria e senza paura, un’anima di ghiaccio con un desiderio incontenibile di soddisfare le aspettative del padre. Il perso e solitario August, un mostro che rifiuta la sua natura invidiando all’estremo quella umana. Si incontrano, fanno amicizia, si sfruttano a vicenda e allo nostesso tempo si sostengono, cercano di raggiungere a tutti i costi i loro obiettivi. La scrittrice li accompagna in questo percorso, magari perdendoli giusto in qualche occasione, ma mantenendo costante una linea caratteristica che li contrassegnerà fino all’ultima pagina.

Senza ombra di dubbio, il cavallo di battaglia della scrittrice è l’incredibile maestria che dimostra nel creare le sue atmosfere, paesaggi ricchi di brividi e tensione, ambientazioni suggestive in cui i mostri vengono fuori dalle pagine come se fossero reali. Il suo stile di scrittura è la ciliegina sulla torta, studiato ma d’impatto. Fatto di frasi incisive che catturano l’attenzione e non la lasciano più. Victoria Schwab, per chi ha avuto già occasione di leggere qualche suo libro, ha riaffermato il suo dono di abilissima cantastorie. Per chi la conosce da Questo canto selvaggio, si è saputa imporra agli occhi dei neo lettori, lasciando un pezzo di sé in ogni libraria. Non resta che aspettare Our dark duet..

Buona lettura, Franci!

●••○••●

4 tazze

Il mio voto: Una graditissima sorpresa

●••○••●

acquista il libro qui sotto

●••○••●

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...