Anteprima “Carry on” di Rainbow Rowell ed incontro con la scrittrice

Ciao a tutti

E buona domenica! Questa settimana vi ho sommerso di anteprime ma non me ne vogliate, a libri come questi che vi ho proposto spetta un meritatissimo posticino nella vostra libreria. Per non perdere l’abitudine, anche oggi ve ne presento uno da tenere molto in considerazione, soprattutto se intorno ad una certa data ( 21 Marzo) vi trovate nei pressi di una certa città ( Firenze). Andiamo con calma e vi spiegherò tutto.

indexFinalmente, e non lo dico tanto per dire ma al contrario, lo grido ai quattro venti, Piemme porta in Italia uno dei libri più longevi della mia tbr, che sogno di leggere da molto tempo, rimandando come mio solito. Si intitola “ Carry on” un fantasy young adult, tra i libri più apprezzati della scrittrice Rainbow Rowell, madre tra l’altro del dolcissimo Eleanor & Park e Fangirl. Un’autrice, per chi la conosce poco, che gioca con i sentimenti come Đoković gioca a tennis, con una scioltezza disarmante. Una penna da tener bene in considerazione se si è alla ricerca di una bella storia che vi tanga compagnia. Basta dare uno sguardo alla trama per capire a cosa mi riferisco. Il libro lo trovate in libreria dal 21 Marzo e se decidete di acquistarlo alla libreria Feltrinelli di via de’ Cerretani di Firenze, magari intorno alle 18:00, oltre a Carry On potreste trovare anche la scrittrice ad aspettarvi per un firmacopie. Cosa volete di più dalla vita?

Ricapitolando! Per noi piccoli sfigatelli che abitiamo dall’altra parte del mondo, l’appuntamento è il 21 Marzo, ora imprecisata, libreria a scelta, per acquistare solo il libro. Per chi ha la fortuna di abitare nella città di Cosimo de Medici e della sua cupola, allora l’appuntamento è alle 18:00, alla libreria Feltrinelli di via de’ Cerretani, per l’acquisto del libro e se proprio volete, del firmacopie! Per chi andrà, abbracciatela da parte mia 🙂

A presto, Franci!

●••○••●

Carry on

Carry on

di Rainbow Rowell


Editore: Piemme

Data d’uscita: 21 Marzo 2017

Dividere la stanza con la persona che odi di più è come dividerla con una sirena (di quelle che stanno sulle auto della polizia, non di quelle che cercano di bloccarti quando attraversi il canale della Manica). Non puoi ignorarla, e nemmeno abituartici. Non smetterà mai di darti fastidio. Dividere la stanza con la persona che desideri più di ogni altra al mondo è come dividere la stanza con un falò. Lui non fa che ammaliarti. E tu non fai che avvicinarti troppo. Pur sapendo che non ne uscirà mai nulla di buono. Ma tu insisti finché… Be’, finché non ti bruci.

●••○••●

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...