Recensione • “Disconnect 1” di Ilaria Soragni

Ciao a tutti

Com’è iniziata questa settimana? Se anche voi state cercando un modo per non annaspare tra le tantissime cose da fare, ho un libro che potrebbe alleggerire un po’ il carico di questi giorni. La scrittrice è una penna nata dal web, la quale ha saputo attirare l’attenzione con una storia particolare e coinvolgente. L’abbiamo conosciuta e apprezzata con Mess ( Recensione qui), a fine mese Ilaria Soragni è tornata in libreria con il primo libro di una duologia edito da Leggereditore, “ Disconnect 1”.

disconnectDisconnect 1

di Ilaria Soragni


Editore: Leggereditore

Hayley frequenta il secondo anno dell’high school a Baltimora, è una ragazza chiusa e non si è mai ambientata del tutto. Luke ha diciotto anni; alto, biondo e sprezzante, si abbatte come un fulmine su ciò che lo attira. Quando per caso nota Hayley ne rimane affascinato, tanto da decidere di conquistarla: la vita è una gara e lei sarà il suo premio. È Luke a guidare il gioco, seguendo Hayley e facendole credere che si tratti ogni volta di incontri casuali, fino a quando non raggiunge il suo obiettivo. Hayley è irrimediabilmente attratta, anche se qualcosa le dice che sarebbe meglio stare lontano da quel ragazzo. Ma il piacere della trasgressione è forte, fare la cosa sbagliata la fa sentire viva. Non sa ancora, però, che è solo l’inizio. Luke si nutre di adrenalina, di emozioni forti, e vuole Hayley al suo fianco in una sfida pericolosa, una gara di moto illegale di cui è nota solo un’enigmatica regola: tutti vincono e uno solo perde, tutti perdono e uno solo vince. Fin dove si spingerà il loro legame? Saranno disposti a metterlo a rischio ora che, giorno dopo giorno, sta diventando sempre più forte?

●••○••●

“Non devi giocare con lui… lui vince sempre “

Nel gioco degli scacchi, c’è la pedina e il giocatore. In quello dell’amore, i ruoli non sono poi tanto diversi. Soprattutto se l’amore è quello particolare e indesiderato raccontato da Ilaria Soragni. Un amore non capito che necessita di una vittima e un carnefice. Almeno in apparenza, qualcuno che cede e qualcuno che prende il potere. Luke riesce da sempre a ottenere ciò che vuole. Lui vince sempre. Hayley non si è mai esposta completamente, abituata alla solitudine e all’anonimato. I modi bruschi ma attenti la faranno vacillare, un coraggio inaspettato lo faranno desistere. Nel gioco degli scacchi, le distrazioni non sono contemplate, lo scacco matto è vittima di poche, mirate mosse.

Hayley preferisce il silenzio, i luoghi tranquilli, il restare in disparte osservando il mondo. Hayley preferisce passare inosservata, essere invisibile agli occhi di una madre superficiale ed una sorella troppo perfetta. Hayley non attira l’attenzione, tantomeno quella di un c985977413993e47914080866220f65dragazzo scapestrato, bello e dannato. Eppure Luke vuole proprio lei, lo ha dimostrato. O meglio, lo ha detto apertamente, senza troppi giri di parole, in modo brusco e deciso per evitare fraintendimenti. Perché lui è abitato così: prende senza chiedere, pretende ed ottiene. Nessuno gli ha mai detto di no, ma nessuno lo ha mai colpito come Hayley. E se lei inizia a fare domande, a rifiutarsi ed indagare, il gioco diventa eccitante e pericoloso allo stesso tempo. La posta in palio è alta, il rischio di cadere e farsi male questa volta spaventa Luke, ma quella dolce e decisa ragazza vale la scalata. Di questo è certo!

Con Mess ci ha regalato non poche sorprese, sfatando il luogo comune che le storie nate dal Web possono regalare poco. Ilaria Soragni con la maestria di poche invece, ha dato vita ad una storia particolarissima ed avvincente, che è una goduria leggere. Anche questa volta Hayley e Luke li incontriamo prima su Wattpad, dove hanno allietato i pareri di molte lettrici. Le loro avventure, pubblicate qualche anno prima di Mess, sono la perfetta dimostrazione di quanto, anche con qualche difetto in più, la giovanissima scrittrice sappia dar vita a personaggi dalle fattezze comuni, che nella loro normalità diventano unici. Ma soprattutto, che riesca a non farli mai scadere in passi falsi. I personaggi di Ilaria Soragni non si contraddicono o smentiscono, li si impara a conoscere con facilità perché comuni, li si apprezza perché particolari. Disconnect non è altro che la conferma, decisiva, che i punti forti di questa scrittrice sono senza ombra di dubbio Hayley, Luke e le pedine che giocano con loro.

Se i protagonisti sono a dir poco perfetti, un po’ meno lo è la storia, che risente di una leggera trascuratezza. Si fa difficoltà ad entrare nel vivo e anche quando la curiosità prende il sopravvento, restano molte domande alla quale non c’è risposta. Più particolari nella loro relazione, chiarirebbe numerosi dubbi e permetterebbe di godersela ad occhi chiusi. b83e2c44d9c83533bae519b5f0b6dfc8Seppur rilevante, questo particolare però mi sento di lasciarlo momentaneamente in stand by considerando che Disconnect è il primo di una duologia, il seguito potrebbe sciogliere la matassa.

Nel complesso quindi, Ilaria Soragni ci regala anche questa volta una piacevolissima lettura, non priva di colpi di scena. Soprattutto nella seconda metà del libro, un’inattesa entrata sconvolgerà il vostro punto di vista, e divorare le ultime pagine sarà un gioco da ragazzi. La scrittrice conosce l’effetto sorpresa e senza ripensamenti, lo usa nel migliore dei modi stupendo il lettore, lasciandolo a bocca aperta. Non ditemi che non vi ho avvisato!

Luke e Hayley vi cattureranno, incuriosendovi con i modi gentili di una e la sfacciataggine dell’altro. Se ciò non basta, uno stile pulito, lineare, semplice e scorrevole contribuiranno a rendere Disconnect una storia da leggere in questi pomeriggi di primo sole primaverile, una storia che vi lascerà con il desiderio prorompente di continuarla. Perché si, se non ne avete abbastanza, questa è una di quelle tante serie che hanno un epilogo da tuoni e lampi, che richiamano a gran voce un seguito. Speriamo il prima possibile!

Buona lettura, Franci!

●••○••●

4 tazze

Il mio voto: dov’è il secondo libro? – Una piacevolissima lettura

●••○••●

Annunci

2 thoughts on “Recensione • “Disconnect 1” di Ilaria Soragni

  1. Pingback: Wrap Up • Marzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...