Recensione • ” Vendetta d’amore” di Anna Grieco e Irene Grazzini

Ciao a tutti

Ieri abbiamo parlato di brividi di paura, oggi parliamo di altri tipi di brividi. Vincitore del concorso Leggereditore 2016, il libro di cui vi parlo oggi è il romance storico “Vendetta d’amore”, delle scrittrici Anna Grieco e Irene Grazzini. Presente all’incontro con Leggereditore, ho avuto il piacere di incontrare Anna Grieco e di scoprire qualche curiosità in più sulla loro storia. Spero che questa recensione abbia il giusto effetto e vi spinga a leggerlo. Non ve ne pentirete!

copvendamoreVendetta d’amore

Di Anna Grieco e Irene Grazzini


Editore: Leggereditore

Londra, XVIII secolo. La contessina Elizabeth Clarendon ha preso la sua decisione: rinuncerà agli agi del suo rango per fuggire insieme all’uomo che ama, Kenneth, anche se è solo un umile stalliere. Non ha fatto però i conti con il padre, uomo egoista e meschino, che minaccia di far uccidere l’innamorato. Per salvarlo, Elizabeth è costretta ad allontanarlo da sé con l’inganno, a costo di spezzargli il cuore.
Un anno dopo, Kenneth è diventato il nono duca di Wellesley e ha un solo pensiero: vendicarsi dell’umiliazione subita. Ma è davvero ciò che vuole? E allora perché l’unica cosa cui riesce a pensare sono quegli occhi di zaffiro capaci di accendergli il sangue nelle vene? Ed Elizabeth, ora che il suo amore è tornato, si ritrova nuovamente attanagliata tra sentimenti e obblighi, in una stretta che le imporrà una nuova scelta.

●••○••●

Da che si ha memoria, una forza, estremamente potente, ha mosso gli uomini come inerti burattini: la vendetta. Accecante come il sole, dolorosa come una coltellata, diventa letale quando richiamata da un unico sentimento, che per contraddizione viene definito il più puro di tutti: l’amore. Vendetta d’amore è una miscela esplosiva, che frena la sua furia inarrestabile solo con il perdono.

Kenneth ha un unico obiettivo: vendicarsi. Vendicarsi su quel conte arrogante e opportunista. Su quella contessa viziata e doppiogiochista. Vendicarsi di quell’amore tumblr_mq0q00cxLX1qb8j48o1_500desiderato, ridotto a brandelli da false promesse e vani speranze. Il suo piano non prevede passi falsi, e non prevede la solitudine e il dolore che scorge in quei profondi occhi blu. Elizabeth non ha potuto fare altro che allontanarlo: lui, un semplice stalliere, lei una nobildonna inglese. Nonostante l’amore, saperlo lontano ma al sicuro dalle grinfie del conte era tutto ciò che poteva desiderare. Se non fosse che per farlo ha dovuto mentire ed ora Kenneth è tornato, arricchito e più bello che mai, pronto a prendersi ciò che gli spetta. Non il suo amore.

Con un’abilità sconvolgente nell’amalgamare due diverse penne in una sola, indistinguibile, Anna Grieco e Irene Grazzini ci presentano questa Londra del XVIII secolo, in vena di cambiamenti, che accoglie le avventure, gli intrighi, i volta faccia e le confessioni di nobili e umili servitori. Le ricche dimore nascondo i più efferati tradimenti, oscuri segreti sotto strati di cipria e merletti. Le taverne e i bordelli dei bassifondi fanno da teatro allo squallore di uomini senza morale, di assassini senza pentimenti. Su queste premesse si muovono i nostri personaggi, caratterizzati alla perfezione, pronti ad entrare in scena e a farsi applaudire. In una impulsiva standing imagesovation. La dolce Elizabeth, una donna succube della volontà degli uomini, che porta sulle proprie spalle il peso di una famiglia che cerca ancora di mantenere le apparenze, nonostante sia dilaniata nelle viscere. È un uomo che la costringe a rinunciare alla felicità, è un uomo che la spinge in braccia non volute. E sarà un uomo a farle capire che per sopravvivere deve combattere, anche da sola.

La rivoluzionaria Justine, un’anima libera tra mille restrizioni. Con le sue idee anticonformiste, non consone per l’epoca, governa la scena in impeti di ilarità e infinita dolcezza. È impossibile non amarla. Una donna che indossa le brache per cavalcare, che sfida apertamente un conte, aspirante giornalista, fortemente convinta che anche le donne possono fare il primo passo in una coppia, non passa inosservata. La sua esuberanza, contrariamente ad ogni aspettativa, si accosta magistralmente alla protagonista, più silenziosa e posata. Due facce della stessa medaglia, pronte sempre ad aiutarsi a vicenda.

Kenneth Wellesley, prima stalliere poi duca, accecato dal dolore per quell’amore assaporato e poi perduto tra schiaffi e sangue, sul ciglio di una stradina di campagna.  Il nuovo nobile ha perso la dolcezza che lo caratterizzava, i suoi lineamenti si sono induriti, il suoi sentimenti sono chiusi a chiave nel suo essere. Il suo cuore è freddo come la roccia, e superthumbciò spaventa Elizabeth.  Nonostante i loro incontri hanno il colore della passione, dopo l’odio sarà il dubbio a deformare i suoi pensieri, a fargli sperare che forse, in fondo, anche lui merita l’affetto. Gli occhi blu della ragazza sembrano nascondere tanto, troppo per un corpo minuto come il suo; il conte col tempo farà sempre più fatica a contrastarla.

Con questi personaggi perfettamente strutturati, il successo per la storia delle due scrittrici è assicurato. Ogni singolo nobile, serva o ragazzino dai capelli rossi che calpesta questo palcoscenico, porta con sé fattezze proprie, che si colgono facilmente in ogni loro azione. Sono loro a fare la storia, più che i protagonisti singolarmente. Il loro interagire, il loro condizionarsi fa sì che Vendetta d’amore si legga con il desiderio di arrivare alla fine ma il timore che possa giungere troppo presto. Regala molti brividi di piacere, ma non solo: ci si emoziona anche o si combatte con loro, si fa il tifo e si sorride, molto. Presente all’incontro con Leggereditore a Roma, ho avuto il piacere di incontrare una delle due scrittrici, Anna Grieco, ed ora, letto il libro, non posso non unirmi al coro di ragazze che chiede a gran voce un seguito per questi personaggi. Per la dolcissima coppia Justine e Daniel, e per lo scalmanato Semola. Noi aspettiamo!

Buona lettura, Franci!

●••○••●

4 tazze

Il mio voto: Personaggi indimenticabili

●••○••●

Annunci

2 thoughts on “Recensione • ” Vendetta d’amore” di Anna Grieco e Irene Grazzini

  1. Pingback: Wrap Up • Marzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...