Novità editoriali #22 ● 26/01/2017 Newton Compton Editori

Ciao a tutti

quale modo migliore per rilassarci questa domenica se non dare uno sguardo alle uscite che troveremo in libreria da questa settimana?

In questo articolo vi raggruppo i libri che Newton Compton pubblicherà da Giovedì, 26 Gennaio. Per quanto riguarda il nuovo libro di Amy Harmon, vi posto anche il link della recensione. Non fatevi ingannare da un titolo illeggibile e da una copertina che sminuisce la storia ( mi dispiace, ma considerata l’originale non riesco proprio a farmi piacere questa.), ancora una volta la Harmon ci regala emozioni uniche, che vale la pena leggere. Quale di questi vi farà correre ad acquistarlo? Io qualche idea già ce l’ho!

A presto, Franci!

●••○••●

voglio-noi_8525_x1000Voglio noi

di Elisa Gioia


Editore: Newton Compton

Data d’uscita: 26 gennaio ’17

Celeste ha poco più di vent’anni ed è la madre di Axel. Ma Celeste è anche Cleo, ovvero la ragazza che lavora part-time in un supermercato e vive una storia d’amore molto passionale con un ammiraglio della Marina inglese. E infine, Celeste è Blue, una spogliarellista in un locale che si chiama Sublime… Matteo ha quasi trent’anni, ha lasciato Bologna per sfuggire al suo passato e si è trasferito a Vignola,

dove vive insieme alla sua compagna, Lea. A loro Celeste lascia Axel quando la notte lavora al Sublime. Matteo la disprezza per questo. Durante l’addio al nubilato di un suo amico, il ragazzo scopre che Celeste e Blue sono la stessa persona. A questo punto, l’astio nei suoi confronti si trasforma in vero odio, prima di lasciare spazio a un sentimento travolgente che mai avrebbe pensato di poter provare…

●••○••●

hai-cambiato-la-mia-vita_8539_x600Hai cambiato la mia vita

di Amy Harmon


Editore: Newton Compton

Data d’uscita: 26 Gennaio 2017

Lo trovarono nel cesto della biancheria di una lavanderia a gettoni: aveva solo un paio di ore di vita. Lo
chiamarono Moses. Quando dettero la notizia al telegiornale dissero che era il figlio di una
tossicodipendente e che avrebbe avuto problemi di salute. Ho sempre immaginato quel “figlio del
crack” con una gigantesca crepa che gli correva lungo il corpicino, come se si fosse rotto mentre
nasceva. Sapevo che il crack si riferiva a ben altro, ma quell’immagine si cristallizzò nella mia mente.
Forse fu questo ad attrarmi fin dall’inizio. È successo tutto prima che io nascessi, e quando incontrai
Moses e mia madre mi raccontò la sua storia, era diventata una notizia vecchia e nessuno voleva avere
a che fare con lui. La gente ama i bambini, anche i bambini malati. Anche i figli del crack. Ma i bambini poi
crescono e diventano ragazzini e poi adolescenti. Nessuno vuole intorno a sé un adolescente
incasinato. E Moses era molto incasinato. Ma era anche affascinante, e molto, molto bello. Stare con
lui avrebbe cambiato la mia vita in un modo che non potevo immaginare. Forse sarei dovuta rimanere a
distanza di sicurezza. Ma non ci sono riuscita. Così è cominciata una storia fatta di dolore e belle
promesse, angoscia e guarigione, vita e morte. La nostra storia, una vera storia d’amore.

 RECENSIONE QUI

●••○••●

a-united-kingdom-lamore-che-ha-cambiato-la-storia_8663_A United Kingdom. L’amore che ha cambiato la storia

di Susan Williams


Editore: newton Compton

Data d’uscita: 26 Gennaio 2017

Londra, 1947. Seretse Khama, sudafricano di nobili origini, è salito al trono del protettorato britannico del Bechuanaland (il futuro Stato del Botswana) a soli quattro anni, anche se la reggenza del Paese è affidata allo zio. Dopo aver terminato gli studi superiori a Oxford si trasferisce a Londra per svolgere il praticantato come avvocato, e lì conosce e si innamora perdutamente di Ruth Williams, giovane impiegata dei Lloyd’s di Londra, e la sposa. Il matrimonio misto genera scandalo sia presso il governo sudafricano – che all’epoca dava il via alle politiche dell’apartheid – sia presso i capi del protettorato. Comincia così una guerra a colpi di pregiudizi e potere tra il Sudafrica, il Governo della Regina e il piccolo protettorato britannico del Bechuanaland. Nel 1951 Seretse e sua moglie vengono condannati all’esilio. La tenacia dei due giovani sposi, il loro amore e il desiderio di giustizia renderanno la loro storia d’amore un commovente manifesto romantico, uno dei più struggenti della storia dei diritti civili di tutti i tempi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...