Bullet Journal • Idee per iniziare

Ciao a tutti

Il post di oggi, come avrete intuito dal titolo, è un po’ diverso dai soliti che siete abituati a leggere sul blog. Ho deciso di mettere da parte per un momento i libri e parlarvi del mio ultimo passatempo: un modo carino di organizzare le giornate che mi sta letteralmente salvando la vita. Di cosa si tratta?

Avete mai sentito parlare di Bullet Journal? In parole povere è la tipica agenda (quella usata dalle donne in carriera, oh yeah!) adattata però alle esigenze del singolo. Oltre alla tipica suddivisione in giorni, mesi, anni ecc…, il bullet journal contiene tutte quelle categorie e sottocategorie, che meglio si addicono alla vostra giornata e che vi permettono così, di organizzare al meglio i vostri impegni.

Se come me, ultimamente vi sembra di perdere pezzi lungo la strada, dimenticare impegni importanti e siete diventate sempre più dipendenti dai post-it, allora continuate a leggere questo post e prendete in considerazione l’idea di creare un vostro Bullet Journal.

Per iniziare avete bisogno di pochissimi ingredienti. Eccovi la ricetta:

Per il perfetto Bullet Journal vi occorre:

  1. Un quaderno
  2. Una penna
  3. Un pizzico di fantasia

 

 

Per quanto riguarda il primo punto ovviamente la scelta è completamente libera. Va bene Back Cameraqualsiasi tipo di quaderno. Ultimamente vanno molto in voga le agende Moleskine. Quelle con l’elastico sono stupende. Altrimenti, ed io le considero le migliori, potreste optare anche per un Leuchtturm1917. Sono agende che portano già stampati i numeri delle pagine ed una forma di griglia che vi renderà le cose molto facili quando arriverà il momento di organizzare gli spazi.

Tenete presente quali possono essere le sezioni che più vi servono nel corso dei singoli giorni, ed iniziate con l’organizzare la vostra agenda. In genere occorre innanzitutto dividere in base ai mesi, ed andare mano mano più nello specifico. Ci sarà quindi una divisione anche di settimane ed infine giorni. Se necessitate anche di una separazione tra mattina e pomeriggio, ben venga. Partite col presupposto che nel vostro Bullet Journal potete scrivere di tutto, anche di lavarvi i capelli per intenderci, quindi non siate tirchi in fatto di spazio e prendetevi tutto quello che vi serve.

Per rendere l’agenda più interessante e decisamente più carina alla vista, potreste decorare il tutto con un delicato e studiato senso artistico. Di seguito vi posto degli esempi tratti dal mio personale BJ dal quale potrete trarre uno spunto. Fiori, frecce, punti e righe… ogni schizzo può diventare un divertente numero, giorno o data. Basta un poco di zucchero fantasia.

 

 

Quaderno preso, penna trovata, fantasia… ed ora come inizio?

Per darvi uno spunto, vi parlerò del mio BJ. Ognuno può ovviamente, organizzarlo come preferisce.

img_20161001_121846

 

Saluto del mese

 

Personalmente amo iniziare con quello che definisco il “ saluto al mese”. Il nome del

mese contornato da motivetti che ricordano la caratteristica del periodo in cui ci troviamo. Fiori per la primavera, il mare per l’estate, le foglie per l’autunno e così via.

 

 

 

Monthly log

Il mese raggruppato in sole due pagine. Impostato in questo modo, ho la possibilità di inserire a questo punto gli eventi più importanti. Compleanni, incontri, ferie, appuntamento, ogni cosa necessita di essere al centro dell’attenzione. Io preferisco creare questa forma di tabella ( foto!), ma voi potreste anche fare una forma di elenco in un’unica pagina: in successione, sul lato più esterno della pagina , riportare i giorni del mese e sul lato destro scrivere gli eventi, ad esempio.

 

● Daily log

Questa è la parte che preferisco! Avete talmente tanti giorni a disposizione, che potete davvero sbizzarrirvi nel decorarli. In genere, amo seguire un tema diverso da settimana a settimana: una può essere piena di fiori, l’altra ricca di ghirigori, un’altra minimal chic. Se c’è una cosa che però non può assolutamente mancare nel mio Daily log, è la sezione To do. Se nei vari giorni inserisco gli eventi per quel determinato giorno, nel to-do potete inserire gli appuntamenti o le cose da fare che non hanno bisogno di un giorno preciso, ma potete trascinarle per tutta la settimana.

img_20161024_083234

 

Per identificare e gestire i vari appuntamenti del giorno, esistono dei simboli fissi. Personalmente non riesco mai a ricordarli e mi ritrovo sempre ad interpretarli a modo mio.

14925345_1287698804607629_8435318754538960986_n

Nel metodo ufficiale esisterebbe:

● le azioni, i compiti da svolgere

 ○ gli eventi, gli impegni di varia natura

 – le note, i fatti, le idee da ricordare ma che non richiedono un’azione precisa

A questi si aggiunge:

x per identificare le azioni svolte

* indica la priorità

!  indica l’ispirazione (di solito associato alle note a cui tieni in modo particolare)

 

Anche se vi obbligo ad utilizzare questi, ognuno è libero di creare i simboli che preferisce.

 

● Collections

Se le due sezioni precedenti sono indispensabili, questa è prettamente personale. Essendo una pseudo- blogger, nel mio bullet journal troverete sicuramente una pagina dedicata alla lista di recensioni da fare, o di anteprime. Un’altra dedicata ai possibili post per il blog e ovviamente, una interamente dedicata alla mia infinita wishlist. Le collections cono pagine mobili, che compaiono e scompaiono all’interno dell’agenda a vostro piacimento. Siete sotto Natale e avete bisogno di una lista di idee per i regali? pronta. Una lista di film da vedere quando avete tempo? Ottima idea!

14947813_1287697791274397_9146392342402096286_n

Un’altra idea di collection potrebbe essere il Mood Track, una tabella in cui riportare giorno 14992049_1287697534607756_4927750218923197636_ndopo giorno, le vostre sensazioni. Felicità, tristezza, rabbia, eccitazione, confessatevi annerendo il quadrettino che più si avvicina alla vostra sensazione. Sarà divertente, a fine mese, sapere l’andamento dei vostri stati d’animo.

Se c’è una sezione di cui non riesco a fare a meno, quella è la tabella di Instagram e del blog. Ogni volta che pubblico una foto o un post, coloro il quadrettino di quel giorno specifico. Così potrete avere sempre sotto controllo la frequenza siete attivi sui social.

 

● Extra

  • Per ricordarvi le varie sezioni del vostro bullet journal, potete assegnare a ogni pagina un numero (come se fosse un libro) e inserire ad inizio agenda, un indice riassuntivo.
  • La trovate preformata nell’agenda Leuchtturm1917 ma è semplicissimo crearla da sé, oltre ad essere incredibilmente utile. È la sacca porta documenti che trovate nell’ultima pagina del Bullet Journal. Se anche voi avete una miriade di bigliettini da visita, post-it o foglietti che inevitabilmente si perdono nei meandri della borsa, ora potete custodirli tutti in questa busta, per averli sempre a portata di mano.

717gloqvgil

 

●••○••●

Ho cercato di raggruppare quelle che sono le caratteristiche generali di ogni bullet journal. Ora tocca a voi sbizzarrirvi a crearne diversi e divertenti; una volta preso il ritmo, vi sembrerà un gioco da ragazzi e ne sarete sempre più dipendenti.

Il web comunque può essere un enorme aiuto quando siete a corto di idee su come decorarlo. Su siti come Piterest infatti, potrete trovare tantissimi spunti dai più disparati blog.

Nata soprattutto oltreoceano, la mania per il bullet journal ha coinvolto anche la nostra fetta di mondo. Nella sfera italiana ci sono svariate blog le quali vale davvero la pena seguire. Una fra tutte, che stalkero personalmente sul suo canale è Roberta di Qualcosa di Erre. I suoi video sono fantastici!

Nel complesso, vi suggerisco di dare un’occhiata al sito BulletJounal.it . Tutto in italiano, vi seguirà passo passo nella realizzazione del vostro quaderno.

 

Spero di non aver dimenticato nulla in caso contrario, se avete dubbi o perplessità, non esitate a farmi uno squillo. Ho intenzione di iniziare comunque una rubrica, inizialmente con scadensa mensile, nel quale vi lascio qualche idea.  Ovviamente non scambiatemi per un’esperta di Bullet Journal da cattedra ad Harvad; vi racconto solo la mia esperienza e le mie personalissime tecniche nell’arte dell’organizzazione.

A presto, Franci!

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Bullet Journal • Idee per iniziare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...