5 libri letti ma non recensiti

Ciao a tutti

E buona domenica! Per il post di oggi ho deciso qualcosa di tranquillo, in linea con questa giornata decisamente incentrata sulla nullafacenza.

Subito dopo una contestabile tendenza nel procrastinare, uno dei miei maggiori difetti è quello di non riuscire quasi mai ad accontentarmi. Nel mio mondo da blogger, questa pecca fa capolino soprattutto quando devo scrivere una recensione di un libro che mi è piaciuto particolarmente. Voglio l’inizio perfetto, la continuazione perfetta, ovviamente il finale perfetto: le citazioni, le immagini, i sentimenti. Insomma, inizio e cancello, mi si accende la lampadina ma va via la luce e si spegne all’improvviso.Morale della favola: la recensione non la scrivo più.

Ecco quindi che si accavallano una serie sempre più numerosa di libri che a mio parere sono assolutamente fantastici e che ognuno dovrebbe leggere, i quali per paura di non riuscire a farvi capire in pieno il mio punto di vista, restano senza recensione.

libri-letti-non-recensiti

Oggi ho pensato di radunarli in un unico post, dedicandogli poche e concise frasi ( si ci riesco ovviamente!). Magari qualcuno di questi lo avete letto e non vi è piaciuto, al contrario, lo avete trovato anche voi fantastico ma per una mia negligenza, non abbiamo mai avuto modo di scambiarci quattro parole.

Eccovi …  5 LIBRI LETTI MA NON RECENSITI.

Spero di riuscire a parlarne prima o poi sul blog in modo più prolisso. Nel frattempo … Buona lettura.

●••○••●

 

71ob2oau8lIl cavaliere d’inverno di Paullina Simons


Quando mi chiedono qual è il mio libro preferito, il pensiero d’istinto va a Shura e Tatia e al Cavaliere d’inverno. Un romanzo storico che non ha paragoni, Paullina Simons ci racconta nel modo più toccante, divertente, sublime possibile, la storia di due ragazzi tra guerra, lontananza e incomprensione. La attaccamento e il rispetto che ho per questo libro è talmente tanto, che solo l’idea di esprimere a parole questo sentimento in una recensione mi fa una paura assurda. “Il cavaliere d’inverno” è uno di quei libri che ognuno deve vivere per conto proprio, perché per ognuno si mostra in modo diverso. Leggetelo!

 

●••○••●

la-moglie-del-califfo_7302_x1000La moglie del califfo di Renée Ahdieh


Nel suo genere, La moglie del califfo è uno dei libri più belli che abbia mai letto. Il primo di una serie, sarete catapultati nelle atmosfere da le mille e una notte, tra colori, gioielli, romanticismo, intrighi, azione ed un pizzico di magia. Sotto alcuni punti di vista, la storia potrebbe risultare già sentita, ma la scrittrice la modella abilmente, dandole innovazione e poesia, arricchendola di frasi da sogno, rendendola unica. La determinazione e il coraggio di Shahrzad, la dolcezza e la vulnerabilità di Khalid vi accompagneranno in un avventura che sfida l’aridità del deserto. È magico!

 

●••○••●

 

ryan-graudinWolf. La ragazza che sfidò il destino di Ryan Graudin


Questo è uno di quei libri che ha tutte le caratteristiche per essere fantastico: una trama avvincente, personaggi senza paragoni, unici nel loro genere, una spruzzata di romanticismo, avventura e suspense traboccante, fantasy misto a romanzo storico. Perfetto! L’inizio di una serie che farà davvero impazzire i lettori come poche. Cosa sarebbe successo se Hitler avesse vinto la guerra? Ryan Graudin ce lo racconta alternando fatti reali ad elementi fantastici, una perla tra i distopici. Unico!

 

●••○••●

 

a1z9cuipesl-_sl1500_Il dominio del fuoco di Sabaa Tahir


Di distopici se ne trovano parecchi in circolazione, ma avvincenti come questo ne sono davvero pochi. Una storia che ricorda, per le atmosfere, The queen of the tearling di Erika Johansen, Sabaa Tahir sa come catturare il lettore e farlo trepidare sempre di più. In un crescendo di tensione, avrete voglia di fare il tifo per l’eroina, avere pietà dal cattivo, sperare che vinca il male. l’unico aspetto negativo è un finale aperto che ci lascia con l’irrefrenabile desiderio del seguito.

 

●••○••●

allegiant_piattoAllegiant di Veronica Roth


Concludo con l’ultimo libro della serie Divergent. L’unico dei tre letto a blog  avviato, non ve ne ho mai parlato un po’ per rabbia, un po’ per autoconvincermi della sua inesistenza. Il finale. Per chi lo ha letto sa benissimo a cosa mi riferisco. A distanza di tempo, non riesco ancora a trovare la logica in quel finale. Una serie perfetta, personaggi perfetti, una conclusione odiosa. Perfino il film hanno evitato di farlo! Scherzi a parte, eccetto il finale, Allegiant è una perla di libro. Ma d’altronde con due libri alle spalle ( Divergent, insurgent) incontestabili, non potevamo aspettarci un epilogo diverso.

●••○••●

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...