Recensione • ” Insomnia ” di Ludovica Cicala

Ciao a tutti

Il protagonista del blog oggi è un libro rivelazione, che mi ha sorpreso come pochi, soprattutto considerando che è un genere che raramente si incontra nella sfera  made in italy. Mi riferisco ad “Insomnia”, della giovanissima scrittrice Ludovica Cicala, pubblicato per Centauria.

Oggi ve lo presento attraverso la mia recensione, nei prossimi giorni invece, potrete scoprirlo in una veste diversa, attraverso le parole dell’autrice stessa che mi ha gentilmente concesso un’intervista. Restate nei paraggi quindi, perché il libro merita, l’intervista merita, la scrittrice merita!!

Leggi l’Intervista alla scrittrice Ludovica Cicala

A tavola con …. LUDOVICA CICALA

●•●•○•●•●

ludovica-cicala-insomniaInsomnia

di Ludovica Cicala


Editore: Centauria

EVO: un nuovo stadio dell’evoluzione umana. Sono giovani, bellissimi, dotati di poteri straordinari. E uccidono.
Melissa ha già avuto la famiglia distrutta da questi «mostri», possibile che ora debba toccare anche a lei? Purtroppo sì. Una mattina, quando ha diciotto anni, in un corridoio della scuola, il suo potere sopito si scatena e il sogno di una vita normale va in pezzi. Rinchiusa in una Krankenhaus, gli istituti in cui gli EVO vivono separati dal resto dell’umanità per essere controllati e studiati, Melissa scopre un mondo parallelo che, per quanto inquietante, ha almeno un vantaggio: è popolato di ragazzi come lei, ciascuno con la propria eccezionalità e le proprie paure. Un gruppo di amici quasi come tutti gli altri… Ma quando da Berlino viene trasferito lì Byron J. King, uno degli EVO più potenti – e più attraenti – del mondo, Melissa comincia a trovarsi davanti domande senza risposte e pericoli senza nome, compreso quello custodito nella sua stessa mente. Alla Krankenhaus le cose non sono come sembrano e chi è troppo curioso rischia la vita… o quel che ne resta.

 ●•●•○•●•●

Non è l’esordio dall’amaro in bocca, né il malloppo che annoia dopo poche pagine, e neanche la storiella strappalacrime tutta moine e piagnistei: è azione, suspense, tensione. È adrenalina allo stato puro, contornata da sentimenti ed emozioni, impreziosita da una bella dose di risate.  Insomnia non è solo il titolo di questo fantastico libro, ma è quello che vi troverete a vivere la notte mentre lo leggerete. Uno stato prolungato di insonnia che si romperà solo quando l’ultima parola sarà letta … e anche allora, resterete svegli a chiedervi cosa ci sarà dopo. Un distopico con pochi precedenti, perfezionato nei minimi dettagli, con una precisione maniacale, intenso e particolare, come solo la realtà può essere. Solo un altro libro, dello stesso genere, mi ha coinvolto ed emozionato a tal punto, ed ora occupa un posto importante nella mia libreria. Si tratta di The Program, di Suzanne Young: per certi versi Insomnia me lo ricorda molto. Oltre alla storia in sé, raccontata con una maestria fuori dal comune, che ti risucchia fino all’ultima pagina, entrambi i libri hanno una trama pressoché simile, ma allo stesso tempo molto diversa fra loro.

Un mondo parallelo, una fase avanzata dell’evoluzione e una guerra, personale e mondiale.

tumblr_nlw6lj2fiA1qbi63mo1_r2_500

Ludovica Cicala ci trasporta in un mondo parallelo, dove umani ed EVO si contendono una guerra silenziosa e potente, destinata a sconvolgere l’ordine naturale degli eventi. Esseri superiori, perché dotati di particolarissimi poteri in molte occasioni letali, da sempre gli Evo sono considerati pericolosi dall’uomo poiché incontrollabili. Rinchiusi in Krankenhuaus, apposite strutture contenitive, vivono separati dal mondo, in un’altra realtà, in cui esperimenti e sedute sono all’ordine del giorno. È qui che incontriamo la Gang del bosco, è qui che la guerra interiore di Melissa ha inizio. Rinchiusa per un potere che lei stessa non riesce a spiegarsi, Mel dovrà fare i conti con la sua situazione e quella fetta di sé che convive nella parte più sinistra della sua mente. Un percorso fatto di passi falsi e rivelazioni, di incontri alquanto bizzarri e scoperte tutt’altro che normali. Sarà poi l’arrivo del misterioso Byron a trasformare la sua guerra personale in qualcosa di molto più 9759751a86d97e3978ed877312090992grande: una lotta per l’indipendenza e l’accettazione, per rivendicare il loro posto nel mondo.

Se dall’oggi al domani iniziassi a mostrare strani poteri , poteri che agli occhi di tutti ti rendono pericoloso, come ti comporteresti? È a questa domanda che Ludovica Cicala cerca di rispondere, mettendo su un teatrino dai tratti paranormal ma con una base più che reale. Nessun eroina, nessun principe azzurro, nessuna particolare impresa se non la salvezza: un principio di sopravvivenza alla base di tutto, che muove i personaggi in azioni e comportamenti che li rendono i più umani e realistici possibili. Non ci saranno atti estremi di coraggio se non quelli dettati dalla volontà di vivere, che uniti ad una bella dose di adrenalina, spingeranno anche il più inetto della situazione e sentirsi un eroe. Sono tutti i personaggi, da Melissa a Byron alla gang del bosco, degli eroi nella loro normalità, con ruoli normali ma estremamente decisivi. Ognuno di essi.

tumblr_inline_nhuh5qZ18C1siru07Inserendo altri punti di vista oltre a quello di Melissa, come il POV di Byron, Erin, o Even, la storia viene raccontata a trecentosessanta gradi, scoprendo altarini sotto ogni angolazione. La forza, il coraggio, il puro desiderio di essere accettati, di dimostrare che anche loro sono umani, con qualche caratteristica in più. Il libro dell’accettazione lo considererei, visibile soprattutto in personaggi come Virginia, Moth, Alana e lo stesso Byron. Ragazzi che da sempre portano sulle proprie spalle il peso della discriminazione, gli occhi indignati di umani impauriti. In loro è impellente la voglia di farsi valere, la voglia di urlare al mondo intero quanto in realtà, siano dei semplici ragazzi. Quanto in realtà, non siano molto diversi.

< Non c’è niente di sbagliato, in te. >

Per Melissa il desiderio sarà più personale. Entrata nel mondo EVO quasi adulta, con lei conosceremo l’impatto immediato con l’idea che ha l’umanità di quella realtà. La facilità con la quale, anche i più stretti degli amici, riescono a guardarti con scherno e paura fondamentalmente, solo per delle capacità. In lei inoltre, vivrà una battaglia interiore, una lotta contro quella vocina che prepotente le si insinua nei pensieri. È la voce della sorella gemella, morta per mano di un EVO. Mel imparerà ad accettarla, a conviverci, a dividersi con lei. E poi, a lasciarla andare.

tumblr_nv0lvbQ3cz1ug8scpo1_500Non ci sono mezze misure o scappatoie: o si combatte o si soccombe alla pazzia. Entrambe potrebbero portare alla morte, oppure una di esse potrebbe salvarli. Ed i ragazzi vogliono rischiare il tutto per tutto, senza tirarsi indietro, lasciandosi alle spalle solo le debolezze. Anche le emozioni, qualche volta. Ognuno combatte principalmente per se stesso, e poi per gli altri. Per gli amici di una vita, quelli che coalizzandosi, hanno creato una fortezza intorno a te. Per gli amori combattuti, quelli sperati, osteggiati e voluti, che alla fine ti salvano. Ed i nuovi batticuori, scoperti e ancora timidi, potenti ma in un certo senso superficiali, facili e allo stesso tempo difficili da lasciarsi dietro. Come bambini che imparano a conoscer il mondo,  Ci saranno grandi emozioni, ci saranno lacrime, ci saranno premure e dolci sorrisi. Avrete negli occhi la tenerezza della scoperta, sulle labbra, il ghigno della sfida.

… e la stringeva fra le braccia. Mentre quell’urlo si placava, trasformandosi in un singhiozzo terrificante, identico a quello che le scivolò fuori dalla trachea l’istante dopo. Il suono di chi ha appena perso una ragione per vivere.

Mettetevi nei panni di Melissa, di Byron o Moth ed iniziate a leggere Insomnia: scoprirete che le loro azioni sono le vostre, i loro sentimenti sono i vostri. Scoprirete che Insomnia, si! è un distopico, si! può avere elementi fantastici, si! può essere possibile. Perché spogliato del paranormal, è il libro di chi combatte per ciò che desidera, di chi non si lascia comandare ma decide da solo le regole. Che sia adulto o un ragazzo di diciotto anni. Un libro che non si fa mettere i piedi in testa.

Insomnia è un libro da godere fino all’ultima pagina, da leggere assolutamente che amiate il genere oppure no. Andiamo sempre alla ricerca di distopici importandoli da scrittori oltreoceano: ora avete la possibilità di leggerne uno che rasenta la perfezione, se non la supera di gran lunga, e volete farvelo scappare? Un libro che andrebbe tradotto e diffuso ovunque, perché chiunque deve leggerlo. Ma soprattutto ( e con questo mi rivolgo alla scrittrice! ) insomnia è un libro che ha bisogno di un seguito, perché Melissa e Byron, Evan,Moth, Alana e Virginia, Cedric e Kohl hanno bisogno della loro rivincita.

Buona lettura, Franci!

●•●•○•●•●

5 tazzee

Il mio voto: Dovete leggerlo!  

●•●•○•●•●

Acquista il libro qui sotto

ludovica-cicala-insomnia

Salva

Annunci

3 thoughts on “Recensione • ” Insomnia ” di Ludovica Cicala

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...