Recensione • ” The queen of the Tearling ” di Erika Johansen

Ciao a tutti

Oggi vi parlo del primo libro della trilogia della scrittrice statunitense Erika Johansen, The Queen of the Tearling. Edito in italia da Multiplayer Edizioni, con una delle grafiche più belle che abbiate mai visto, il libro ha fatto il suo esordio nelle librerie italiane nel Luglio del 2015. A Maggio del 2016 è invece uscito il secondo volume della serie, The invasion of the Tearling.

Un’eroina forte e coraggiosa, continuate a leggere per scoprire qualcosa in più su Kelsea, Lazzarus, Fetch e i Tearling.

•●•○•●•●

 

THE QUEEN OF TEARLING

The queen of the Tearling

di Erika Johansen


Editore: Multiplayer Edizioni

Il giorno del suo diciannovesimo compleanno la principessa Kelsea Raleigh Glynn, cresciuta in esilio, intraprende un pericoloso viaggio alla volta del castello in cui è nata per riprendersi il trono che le spetta di diritto. Kelsea è una ragazza determinata che adora leggere e imparare e che somiglia ben poco a sua madre, la fatua e frivola regina Elyssa. Kelsea sarà pure inesperta, ma non è indifesa: al collo porta lo zaffiro di Tearling, un gioiello dagli immensi poteri magici, ed è accompagnata dalla Guardia della Regina, un gruppo scelto di coraggiosi cavalieri guidato dall’enigmatico e fedele Lazarus.

Kelsea avrà bisogno di tutti loro per sopravvivere alla cabala di nemici che cercherà di impedire la sua incoronazione con ogni mezzo, da sicari dai mantelli cremisi a tremendi incantesimi di sangue.

Nonostante il suo sangue reale, Kelsea è ancora una giovane piena di insicurezze, una bambina chiamata a guidare un popolo e un regno dei quali non sa praticamente nulla. Quello che scoprirà nella capitale, però, cambierà tutto, mettendola di fronte a orrori inimmaginabili. Sarà un gesto semplice quanto audace a gettare il regno nel caos, scatenando la vendetta della tirannica sovrana della vicina Mortmesne: la Regina Rossa, una strega posseduta dalla magia oscura. Kelsea dovrà scoprire di chi fidarsi tra i suoi servitori, i nobili di corte e le sue stesse guardie del corpo.

La sua missione per salvare il regno e compiere il suo destino è appena cominciata: Kelsea dovrà affrontare un viaggio alla scoperta di sé stessa e una prova del fuoco che la faranno diventare una leggenda… se solo riuscirà a sopravvivere.

•●•○•●•●

 

È di nuovo tra noi la regina nascosta

 un coltello la raggiunse ma la morte perdona

 dopo diciotto anni senza una sosta

 c’è una regina, con o senza corona

 Un mondo lontano, un popolo in lotta, una regina appena salita al trono e la magia più oscura pronta ad annientarla. The queen of the tearling è un viaggio in un’altra realtà, fatta di inganni e voltafaccia, in un regno, il Tear, dove una giovane regina è pronta  a riscrivere la storia. Un mix vincente che vi trasporta tra i miti e le leggende alla Robin Hood, in intrighi e valorosi cavalieri alla Game of thrones, in un filone che rimanda alle eroine quali Il dominio del fuoco o La moglie del califfo. Il tutto, allietato da un pizzico di emma-watson-wonderland-3modernità.

 

Tear. Una ragazza, pressoché diciannovenne, si appresta a diventare una delle regine più potenti che il regno abbia mai avuto. Forte e determinata, Kelsea accetta a testa alta quello che è il suo destino: un popolo in rovina, martoriato da lotte interne ed ingiustizie, da persecuzioni e magia, che lo sta lentamente logorando. Aiutata da fidati compagni, quale il capo della guardia, Lazzarus, Kelsea dovrà fare i conti con una minaccia più forte di lei, disposta  a rischiare tutto, persino la vita.

“Sono pronta a morire per questo regno sin da quando ti ho incontrato per la prima volta, principe dei ladri”. Fetch piegò il capo verso sinistra. Quando parlò, lo fece con tono sorprendentemente dolce. “ Vi ho attesa per lungo tempo, regina del Tearling: più di quanto possiate immaginare”

 Con una protagonista insolita e onnipresente, in grado di dar via ad una serie con pochi precedenti, a suon di magia e colpi di scena, veniamo catapultati alla corte della regina del 7Tearling, tra le maestose stanze, pronti a combattere fin dalle prime pagine. Un’eroina con tutti gli attributi, la nostra Kelsea vi racconta questa storia di tensione e suspense, ricca di magia e mistero. Perfino dall’estetica. Con una grafica tutta da ammirare e conservare, vi sembrerà di avere tra le mani un vecchio volume di leggende, tramandato da generazioni in generazioni, ingiallito dal tempo. Come un foglio di pergamena, con delle magnifiche illustrazioni a coronare il tutto, le sue pagine vi parleranno di un’intrepida ragazza, marchiata dalla nascita da un fato favorevole, che le scorre nelle vene, molte volte inconsciamente. Potente e con una forza d’animo fuori dal comune, Kelsea è un guerriero forgiato dai libri e dalla cultura. Poco esperta con le armi, il suo vantaggio sa di astuzia ed educazione, di chi dai libri sa trarne insegnamenti e guide. Disposta ad inchinarsi ma soprattutto a farsi valere, il suo è un regno studiato, calcolato nei minimi dettagli, ma soprattutto basato su generosità e coscienza. La vedrete porsi domande, la vedrete compiere passi falsi e tornare sulla sua strada, la vedrete crescere fino a diventare una bellissima donna, pronta ad accogliere un destino glorioso.

Darei tutto, se potessi, penso. Si rese conto che era la verità

 The queen of the Tearling è un racconto sul cambiamento del Tear ad opera di Kelsea. Letto non solo dal punto di vista della regina, ma anche da strategici personaggi, avrete una visione completa delle azioni e delle novità che si avranno nel regno, nei loro pregi e 4conseguenze.  È un libro che ha destato parecchi pareri contrastanti: tra chi lo adora e chi invece  ha visti solo lati negativi. Dal mio punto di vista, posso dirvi che vi piacerà ma vi farà storcere gli occhi allo stesso tempo. È avvolto da un alone di misticismo e grandezza che è impossibile ignorare, tuttavia presenta alcune carenze che, allo stesso modo, fanno sorgere parecchie domande. Partendo dalla stessa protagonista. Ammirerete in Kelsea il suo spirito guerriero e la sua determinazione, dall’altro lato la si potrebbe considerare però troppo avventata e con manie di grandezza, in alcuni momenti. Completamente incurante delle 3conseguenze delle sue azioni. Ha sotto la sua ala protettrice un intero popolo, eppure non si preoccupa due volte ad abolire determinate leggi, pur se ingiuste, e scatenare una guerra?

Un altro aspetto che non ho apprezzato particolarmente sono le incongruenze nell’ambientazione. Siamo in un mondo futuro, esistono in altre parti del globo ancora nazioni come gli Stati Uniti, ma il Tear continua a vivere come nel medioevo, con tanto di cavalli, carri e armature. Tutto ciò potrebbe anche andar bene, se la scrittrice non inserisse all’improvviso e senza alcun motivo logico, elementi molto moderni.  Una fra tutti: viene nominato persino J.K. Rowling e i libri digitali.

“Avrei potuto ucciderlo in molte occasioni ma ho dovuto attendere”. ” Attendere cosa?” “Attendere voi, regina del Tearling”

1

 Il particolare per il quale il libro è stato invece molto apprezzato e che invece io ho poco gradito, è la totale assenza di elementi romance. La scrittrice ha riposto tutte le sue energie nel delineare una regina forte ed indipendente, privandole quasi del tutto dell’amore. Una versione fantasy di Elisabetta I d’Inghilterra. Forse qualche batticuore in più, avrebbe addolcito sicuramente la sua figura.

Un libro molto, ma molto prolisso, su questo non c’è alcun dubbio, che vi spingerà abbastanza spesso ad abbandonarlo. Nonostante i numerosi pareri, positivi e negativi, non privatevi di questa lettura tutta da scoprire. Alla fine avrete comunque voglia di conoscere più in fondo Kelsea e il suo regno, la regina Rossa e Lazzarus, e il misterioso ed intrigante Fetch. Non si può negare che colpi di scena ce ne sono, e anche parecchi.  Spero che nel seguito, The invasion of the tearling, la scrittrice chiarisca molte note stonate del primo libro, spiegandoci alcune scelte non proprio apprezzate. Per il resto….

Buona lettura, Franci!

•●•○•●•●

 3 tazze buo

Il mio voto: Nonostante tutto, un libro da leggere!

•●•○•●•●

Acquista la serie qui sotto

THE QUEEN OF TEARLING   The-Invasion-Of-The-Tearling-Copertina_CORR

Salva

Salva

Annunci

6 thoughts on “Recensione • ” The queen of the Tearling ” di Erika Johansen

  1. Uhhhh questo lo devo leggere anche io!
    Peccato per il prezzo caspita, è quello che ti fa tornare sui tuoi passi prima di acquistarlo!
    Tutti però dicono che è molto bello, specialmente letto in lingua madre 🙂
    Bravissima come al solito 🙂 baci ❤

    Liked by 1 persona

    1. Ciao! Grazie mille! Si effettivamente il prezzo fa storcere un po’ il naso però c’è anche da dire che graficamente, è uno dei libri più belli! Leggilo, anche in e book!! È un libro che ha creato un po’ di polemiche in quanto può piacere e non può piacere. È un po’ particolare. Ma bisogna leggerlo! Fammi sapere poi cosa ne pensi 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...