RECENSIONE ” Life and Death. Twilight Reimagine” di Stephenie Meyer

Ciao a tut
Ad inizio ottobre è arrivata la bellissima notizia del regalo che la nostra amata Stephenie Meyer ha deciso di farci per il decimo anniversario della saga Twilight. ( LEGGI QUI) Il regalo in questione è un’edizione rivisitata,un po’ particolare, del primo capitolo dell’acclamata saga: Life and Death. Twilight Reimagine. Una novella (si fa per dire!) di ben 442 pagine che racconta la famosa storia d’amore in una versione gender bender. Per farla breve: Bella è diventata un uomo, e Edward una donna. Non sto scherzando! Incontreremo il personaggio dell’umano Beau (Beaufort) Swan e la vampira Edythe Cullen, alle prese con la loro travolgente e pericolosa storia d’amore.
In italia, il libro sarà disponibile purtroppo solo da Gennaio 2016, ma per chi non sa resistere alla curiosità, può continuare a leggere la mia recensione e farsi un’idea del nuovo mondo in cui ci porta la Meyer, o meglio, riportare. Lo so! Ormai ne avete fin sopra i capelli, ma credetemi, i vampiri sono tornati e non se ne andranno tanto facilmente.
stephenie meyer.jpgh

Titolo: Life and Death. Twilight Reimagine
Autore: Stepenie Meyer

divisore

Dire che ho amato la saga di Twilight, è dire poco. Era la moda adolescenziale del momento, tutti ne parlavano, ovunque guardavi c’erano locandine e riferimenti ai libri: insomma, mi sono fatta coinvolgere dalla movida generale. Poi ammettiamolo, la storia non era niente male. Nel mio curriculum, Twilight, New moon, Eclipse e Breaking Dawn sono i libri che ho più riletto,arrivando anche a 5 riletture a libro. Ci siamo capiti, una fan sfegatata.
Il mio entusiasmo era alle stelle quindi quando ho saputo di questo regalino niente male della Meyer e troppo curiosa, mi sono fiondata su internet per acquistarlo.
twilightNelle prime pagine, l’autrice spiega il motivo del libro e i cambiamenti che ha dovuto apportare per adattarlo meglio al personaggio principale,non più femminile. Scordatevi l’agnello Bella e il leone Edward. Il nuovo mondo di Stephenie Meyer è un Twilight allo specchio. Le situazione, gli avvenimenti sono gli stessi, il riflesso del libro precedente: i personaggi che le vivono no. Ma andiamo per gradi.
Il libro è nato, come detto prima, come sorpresa per festeggiare il decimo anniversario della pubblicazione della prima edizione di Twilight. Per creare qualcosa di originale, obbiettivo sicuramente riuscito, la Meyer ha pensato di invertire non i ruoli, ma i sessi dei due protagonisti. Abbiamo quindi l’umano Beaufort, detto Beau, che si innamora della vampira Edyhe. Essendo raccontato dal punto di vista del protagonista, in questo caso maschile, l’autrice ha dovuto apportare leggeri cambiamenti per adattarlo meglio al personaggio. Per dirla breve, ha reso il tutto più virile di quanto fosse per Bella ovviamente. Troverete quindi delle tumblr_nvtf3vZJd71rr75vdo1_500situazioni, non sconvolgenti o troppo lontane dal copione iniziale, che nel primo libro non erano presenti ma che sono indispensabili nel quadro generale per dare consistenza a Beau. Con questo espediente, la Meyer ha inoltre risposto a molte critiche mosse nei confronti del personaggio di Bella quando fu pubblicato il libro, e quando ne uscì la trasposizione cinematografica. Come da lei stesso dichiarato, l’autrice vuole in questo modo chiarire come nella situazione in cui si trovano i personaggi, che siano essi maschi o femmine, i loro comportamenti e le loro reazioni saranno comunque simili. Non esiste quindi “ La donzella in difficoltà” ma semplicemente “Un normale essere umano circondato da persone che sostanzialmente sono supereroi o supervillain”.
Il principale errore, che io stessa ho commesso, ma che è naturale fare, soprattutto per chi è appassionato della saga, è quello di leggere Life and Death paragonandolo continuamente a Twilight. Abituati a Bella, che dopo cinque libri abbiamo imparato a conoscere moto bene, è normalissimo cercare continuamente di collegare i due libri, leggerli aspettandosi che Beau si comporti esattamente come il suo sosia. Così facendo però, si rischia di non capirlo e quindi accettarlo completamente. Provo a spiegarmi.
Più andavo avanti nella lettura, e più mi rendevo conto che c’era qualcosa che stonava ma allo stesso tempo funzionava terribilmente. Forse la nota stonata è dovuta all’essere abituati ai personaggi originali e ai loro rispettivi ruoli. Edward pur combattendo costantemente contro la fame, ha comunque avuto il controllo e la situazione in mano per tutto il libro. Il personaggio che si muoveva con più disinvoltura. D’altronde è lui il supereroe. Mentre Bella, anche se comunque abbastanza decisa e risoluta, è sempre stata frenata dai limiti imposti dal vampiro per la sua sopravvivenza. Sempre relegata quindi a non potersi esprimere liberamente. Ora i ruoli si sono invertiti e vedere Beau rinchiuso in questi limiti, sembra non naturale. Anche il semplice abbraccio o la semplice coccola che Beau è istintivamente portato a fare verso Edythe, per ragioni ovvie però, non può fare a suo piacimento, ed è strano vedere un personaggio maschile comportarsi in questo modo.a

Se invece separiamo completamente i due libri, e leggiamo Life and Death come se Bella ed Edward non fossero mai esistiti credetemi, funziona incredibilmente bene. Edythe è il personaggio migliore. Dolcissima da fare tenerezza, in lei il vampirismo perde quella vena minacciosa. È facilissimo apprezzarla e restarne affascinati; governa la situazione, forte e decisa, ma allo stesso tempo ironica e semplice. Più si va avanti con la lettura più traspare una ragazza diciassettenne invece di un vampiro centenario. Anche Beau è un bellissimo personaggio, un po’ troppo impacciato e fuori dal normale a volte, ma sicuramente d’impatto. Cresciuto dovendosi occupare da solo di se stesso, è un diciassettenne che riesce poco ad amalgamarsi con i suoi coetanei, come se fosse ovunque fuori posto. Dotato però di una spiccata intelligenza, è l’unico a sapersi confrontare con Edythe e grazie a lei, a tener testa alle situazioni. Molto meno incisivo della vampira ma comunque ben riuscito.
Non sono solo i due protagonisti ad essere stati stravolti. Vi posto di seguito un elenco dei personaggi e i rispettivi “sosia” in twilight.

cullen family
Dite ciao all’amato Dr, Carlisle per dare il benvenuto alla Dr. Carine, gentile ed amorevole come il primo. La pazzia e la fuori dal comune Alice, che io ho amato dal primo libro per essere il personaggio più genuino e cruelkkksolare di tutto il libro, diventa Archie che la rispecchia in tutte le sue caratteristiche. l’innocente e ancora adolescente Jacob, che in Twilght non ha ancora molto potere, in questo caso diventa una giovane donna di nome Julie, anche lei timida e cordiale. Si riesce già a pensare al possibile Team Edythe o Team Jules che nascerà in seguito, e la scelta sarà dura. Per conoscere meglio la nuova famiglia Cullen o il branco di licantropo dobbiamo aspettare la versione gender bender del resto della saga, sperando che Stephanie Meyer ci faccia anche questo bellissimo regalo. Fino ad ora infatti, non ha rilasciato nessuna dichiarazione sull’intenzione di continuare con i libri. Quindi incrociamo le dita e aspettiamo. Intanto vi consiglio di non farvi scappare questo Twilight Reimagine e di conoscere Beau e Edythe, personaggi che non si scorderanno tanto facilmente. Spero che le opinioni verso i due personaggi non siano influenzati dal paragone con i loro antecedenti Bella ed Edward perché fidatevi di me, da soli valgono davvero tanto. Poi la Meyer ormai è una sicurezza nel creare storie che ti travolgono e lasciano il segno. Tornate quindi nel mondo di vampiri e licantropi e rassegnatevi, la Meyer ha dato vita ad un nuovo genere promotore di molte future mode letterarie. Buona lettura. A presto,Francesca.

divisore

4 tazze buoIl mio voto: Ho amato troppo Twilight per non poterlo apprezzare

divisoreAcquista il libro qui sotto

stephenie meyer.jpgh

Annunci

8 thoughts on “RECENSIONE ” Life and Death. Twilight Reimagine” di Stephenie Meyer

  1. Ottima recensione che condivido in pieno avendo finito anch’io libro. Se viene presa come una storia nuova è veramente fantastica. Ho commentato solo per disilluderti, poiché la Meyer ha già dichiarato di non avere intenzione di continuare la storia affermando lo nella postfazione del libro stesso. Lascia immaginare a noi fan il seguito!

    Liked by 1 persona

      1. Sarebbe piaciuto moltissimo anche a me vedere una continuità e conoscere meglio i “nuovi” personaggi, soprattutto jules e la famiglia dei volturi! anche se tutte le mie speranze sono in midnight sun. Ma non lo vedremo mai mi sa. Anche una versione dal punto di vista di edythe non sarebbe affatto male

        Liked by 1 persona

      2. Sono anni che ho le dita incrociate per Midnight Sun ma niente. Hai dato dei suggerimenti che mi farebbero letteralmente impazzire, ma temo che la Meyer non esaudirà mai questi nostri piccoli sogni 😦

        Mi piace

  2. Allora ho finito il libro da poco. Posso dire che ho amato più Life and death rispetto a Twilight senza venire linciata? LOL
    Il fatto che Bella fosse un ragazzo, che le visioni di Archie spiegate nettamente meglio mi son garbate.
    E le scene in cui Edythe lo prende sulle spalle e lui si descrive come un gorilla su un levriero? Son morta dal ridere :’)

    Liked by 1 persona

    1. hahaha no tranquilla, nessun linciaggio. (Forse!)
      Scherzi a parte, anche se Twilight resta sempre il primo amore, concordo in pieno con te. Forse il fatto che LaD sia uscito dopo twilight ci ha un po’ fregato! presi separati Life and Death vale molto di più. Ma è difficile sapearlarli.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...