RECENSIONE ” Tutto quello che siamo ” di Federica Bosco

tutto

Salve lettori

Come va? Eccomi tornata per parlarvi di una delle mie ultime letture: il nuovo libro di Federica Bosco, “ Tutto quello che siamo”. Uscito nelle librerie il 28 Ottobre, il libro segna il ritorno di una delle scrittrici italiane più seguite e apprezzate, che con le sue opere ha fatto sognare moltissime lettrici.

27Titolo: Tutto quello che siamo

Autore: Federica Bosco

Trama: Marina ha 19 anni e una vita non facile. Una mamma che se n’è andata troppo presto, un padre padrone, il sogno di frequentare l’Accademia di Belle Arti lasciato nel cassetto per evitare che il fratellino venisse cresciuto dalla “matrigna”, e la scelta di andare a lavorare per non gravare sul padre pronto a rinfacciarglielo. Si sente peggio di Cenerentola: profondamente sola, incompresa e armata solo di una bella dose di ironia, ma senza nessuna Fata madrina all’orizzonte che venga a salvarla. L’amore è qualcosa a cui, ovviamente, non ha mai neanche pensato, e comunque l’unico ragazzo che le interessa, spocchioso studente del terzo anno, che vede tutte le mattine al bar dove lavora (giusto davanti all’Accademia, tanto per farsi del male!) sembra non accorgersi di lei. Fino al giorno in cui i loro sguardi si incrociano…

divisore

«La vita è questa qui» disse porgendomi la sua fetta di pizza, «e va masticata!»

Mi sono innamorata della Bosco leggendo, anzi divorando, la trilogia “ Innamorata di un angelo” e da allora non l’ho più lasciata andare. Rispetto a molte altri autrici italiane, Federica Bosco ha la grandissima abilità di coinvolgerti, con tumblr_nw1rq8WXfS1ufue55o1_500poche e semplici parole, nel mondo dei suoi personaggi, rendendoti protagonista delle loro storie. E con questo libro, ha nuovamente dimostrato questa capacità non da poco, che ti fa apprezzare ancora di più il libro. Rispetto ad altri suoi lavori, con Tutto quello che siamo, la Bosco ha deciso di toccare temi molto più intricati e capricciosi, purtroppo fin troppo reali. Con Mia ( “Innamorata di un angelo”) abbiamo scoperto la morte, il dolore e la perdita, e l’amore vero,puro e incondizionato. Con Marina invece scopriremo il rimorso, l’odio cieco verso la vita, verso una madre che l’ha abbandonata e un padre troppo orgoglioso e superbo, e la voglia di combattere tutto, di rivincita verso se stessa e verso quel mondo che le si è rivoltato contro. amore, ricercando la fiducia, il rispetto tra le persone. Perché Marina in fondo nella vita non vuole niente se non amare ed essere amata.

Orfana di madre a causa del cancro, si ritrova giovanissima ad accudire e proteggere se stessa e un fratello contro un padre burbero e violento, perso nel suo mondo perfetto. Amante dell’arte, trova nel disegno la sua unica valvola di sfogo contro una vita che troppe volte l’ha messa alla prova. Mentre sogna il suo mondo perfetto fatto di matite, si districa tra l’affetto incondizionato per il fratello,una matrigna che come Cenerentola, le mette sempreweheartit i bastoni tra le ruote e amici che cercano tra continui errori, la loro strada. A portare un po’ di pace in questa giostra di confusione e tensione continua, è Nicholas . Comparso dal nulla, Marina sa pochissimo di lui, eppure a poco a poco, inizia a confidarsi e a credere di aver trovato finalmente qualcuno di cui fidarsi ciecamente ed essere ricambiata. Nic è quel qualcuno che le darà la forza di affrontare i suoi demoni e lottare per i suoi desideri.

«Tu non ci sei sempre, e poi perché ci dovresti essere?»

«Perché mi va, perché te lo meriti, perché ci voglio essere.»

Un aspetto che ho sempre adorato di questa scrittrice è l’incredibile facilità con cui ti catapulta all’interno della storia, rendendotela incredibile con pochissime parole. senza troppi giri ti presenta la protagonista e la sua vita e tu ne vieni coinvolto senza rendertene neanche conto. è la stessa Marina a raccontarsi con quella semplicità tipica di una ventenne, pura e spietata, senza filtri, diretta e incredibilmente vera. Un libro modernissimo dagli aspetti più sciocchi, come i riferimenti a cantanti contemporanei, a quelli più profondi come le situazioni sentimentali, lo si legge in un baleno, incapaci di lasciarlo. Ci si affeziona alla protagonista: la si comprende, la si patisce e si fa il tifo per lei. superthumbUna ragazza poco più che adulta, che in un’età fatta di sogni, fa i conti invece con la dura realtà, quella che non lascia scampo. Marina ha poche certezze nella sua vita, quelle stesse che la rendono libera e prigioniera allo stesso tempo, felice e costantemente in lotta. Forte e determinata come poche, sa quello che vuole e sa perché non può raggiungerlo. Una ragazza contro il mondo, che soprattutto non si fa vincere da esso ma continua, nonostante tutto a mantenere alto il desiderio di riscatto. Insegue l’amore quello incondizionato, verso i genitori, verso gli amici, verso i ragazzi. Non solo quello che ti fa battere il cuore, ma la sicurezza che c’è sempre qualcuno che pensa con affetto a lei, che ci sarà nonostante tutto.

hands,manycolors,color,flower,girl-c6ccbf90552cf9f0c5403d17c579b389_hè questa la caratteristica che mi ha fatto piacere Marina sempre più: la continua ricerca e il continuo dare dare dare anche senza ricevere nulla in cambio, ma sperando sempre e comunque in quel nulla. A darle un barlume di speranza c’è poi Nicholas, il ragazzo misterioso. Si sa pochissimo di lui,costantemente circondato da una nube di mistero, appare nel momento del bisogno, fonte di aiuto e scompare altrettanto velocemente. Pur se personaggio secondario, l’autrice non lo trascura, caricandolo di una storia non da poco che svela con discrezione e calma, e soprattutto rendendolo indispensabile alla protagonista e all’intera vicenda. Con Marina, condivide una dolcissima Le-Love-Blog-Black-White-Photo-Couple-Holding-Hands-Via-We-Heart-It_zps46cfc13cpassione per l’arte che li accompagnerà in tutto il loro percorso. Amante io stessa del disegno, ho apprezzato tantissimo il valore che l’autrice attribuisce a un atto che per molti è quasi insignificante, ma che in realtà nasconde un mondo. Il semplice disegnare è un modo per aprire la propria anima,svelarsi, comunicare, dire ciò che le parole a volte sono incapaci di esprimere. È profondo, è rivelatore, è assoluto.

Poi c’è Christofer, il brasiliano di cui Marina è innamorata. Un personaggio singolare, dal passato non facile, che frequenta l’accademia di belle arti, proprio di fronte al bar in cui lavora la ragazza. Attraverso il bellissimo Christo, Marina vive la vita che vorrebbe fatta di colori e graffite.

La figura più preponderante nel libro, che si fa sentire anche nella sua assenza è sicuramente il padre di Marina. Autoritario, alla continua ricerca della perfezione per mascherare in fondo le sue insicurezze, fa vivere la famiglia in un permanente stato di tensione. Tra indifferenze e scatti d’ira, non perde occasione per denigrare la 29676c8787d02eee624dd47f532e6570famiglia, credendosi sempre superiore. Pretendendo di essere il migliore. E la figlia è il suo principale bersaglio: troppo incompetente, troppo sciocca, troppo inutile per i suoi standard di perfezione.

Ginevra e Dario, i migliori amici di Marina , rappresentano tutto ciò che lei vorrebbe essere, in gamba e di successo, e non vorrebbe essere, viziato e irresponsabile.

Pur se alle volte un po’ superficiale, in realtà l’autrice non mette nulla a caso, e ogni particolare, anche il più piccolo, trova prima o poi la sua giusta collocazione. Personaggi e ambienti si muovono, influenzandosi tra loro. Un libro da godere nella sua semplicità ma da non sottovalutare per la sua profondità. Prepotente,incentivo, che trasmette la voglia di vivere, di riscattarsi, di rendersi migliore per rendere migliore. Una bellissima lettura sul combattere per se stessi, sull’accettarsi, sul ricostruire come puzzle i pezzi del proprio essere, fidarsi e dare una speranza a quell’essere. Buona lettura!

divisore

4 tazze buo

ll mio voto: Assolutamente da non perdere

divisore

Acquista il libro qui

27

Annunci

5 thoughts on “RECENSIONE ” Tutto quello che siamo ” di Federica Bosco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...