RECENSIONE ” Firebird. La caccia” di Claudia Gray

Quest’ultima settimana per gli amanti dei libri, sono stati davvero giorni da segnare in rosso sul calendario. Tra una più apprezzata e una meno, sono state molte le uscite aspettate con trepidazione dai lettore. Da After vol.3 che ho recensito qualche giorno fa a ‘Firebird , la caccia’ di Claudia Grey passando per Credimi sto mentendo di Mary Elizabeth Summer. Insomma un menù per tutti i gusti.

Matematica o destino: qualunque sia la forza che continua a metterci insieme, mondo dopo mondo, è qualcosa di potente, e innegabile. Però ancora non so se questa forza mi porterà alla salvezza o alla rovina.

È sull’opera della Gray che mi soffermo oggi sperando di trasmettervi la sorpresa e il forte gradimento che ho avuto nel A Thousand Pieces of You (Firebird, #1)leggerla. Dopo qualche flop nella lettura di saghe, ho inziato questo libro con tutte le dita incrociate, sperando se non in un capolavoro almeno in qualcosa di commestibile. I miei desideri si sono esauditi. Non urlo subito al capolavoro, è un affermazione troppo pesante, ma di sicuro il lIbro non passa inosservato.

La prima cosa che mi è venuta in mente nel vedere la copertina ( una graficamente delle più belle!) e nel leggere la trama è la parola futuro. Questa propensione verso il futuro, verso qualcosa di migliore si sente nell’atmosfera di tutto il libro, dalla trama ai personaggi al linguaggio stesso,semplice e curato, da rendere comprensibile quasi divertente anche nozioni di scienze. L’autrice riesce a trasmettere talmente tanto sentimento che si finirà quasi per appassionarsi ala meccanica, alla fisica: insomma a materie che difficilmente si trovano in un libro.

No, non è un libro scolastico! Cerco di contenere il mio entusiasmo e di spiegarvi meglio.
Cosa può succedere ad una ragazza che convive con due geni come genitori, una sorella scienziato e una serie infinita di ospiti cervelloni? Che si finisce col viaggiare nel tempo. Non proprio un viaggio nel tempo ma più in realtà paralelle. Il firebird è una specie di ciondolo/telecomando universale realizzato dai genitori di Marguerite per permettere la connessione tra le infinite dimensioni dell’universo. Un aggeggio non da poco, pericoloso se caduto nelle mani sbagliate, ma soprattutto ancora non collaudato. È un salto nel vuoto quindi quello che decide di compiere la protagonista,la quale alimentata dalla vendetta contro l’assistente Paul che le ha ucciso il padre, si butta a capofitto nella caccia all’uomo con l’amico Theo, anch’egli scienziato. Un salto tra una Mag a un’altra, tra una vita a un’altra, dalla Russia a i fondali di un sottomarino, alla scoperta di ciò che si cela dietro le ricerche dei genitori e dietro quel Paul che tanto credeva di ed5c59bd3d0fc6d93e1a08019229d3afconoscere.

Se qualcuno mi avesse detto multiunivero e viaggi tra infinite realtà parallele, sicuramente avrei pensato ad una versione femminile di Harry Potter. Babbani! Niente magia ne incantesimi, solo scienza, con qualche abbellimento fantastico, perché no? , ma spiegata con un’abilità tale da renderla vera. Gli occhi sono quelli di una 18enne scienziata e artista, che vede il mondo in modo razionale ma creativo allo stesso tempo. Un mix che ti prende dalla prima all’ultima pagina, tenendoti incollato e col fiato sospeso.

Primo di una trilogia, la Grey è riuscita a mescolare mistero, avventura e sentimento senza scadere mai nel banale e superficiale. Gli avvenimenti sono abilmente descritti in modo da apparire facile immedesimarsi e vivere in prima persona ciò che Meg prova. A chi non piacerebbe confrontarsi cOn il proprio io in una realtà completamente diversa dall’originale, vivere un’esperienza parallela, magari come la protagonista ritrovarsi Granduchessa di Russia?

Fantasticherie a parte, quello che la Gray mette in piedi con Marguerite è gran personaggio che governa la scena prendendo il potere al momento giusto e lasciandosi guidare quando invece ce n’è bisogno. Non una normale 2396493b335321bb95b673e87ae74432adolescente quindi, forse abituata a pensare da adulta in una famiglia non del tutto normale infondo.

Bellissimi i personaggi maschili, il belloccio Theo dal cuore d’oro e l’intrigante e misterioso Paul, che formano un triangolo amoroso con la protagonista nella quale niente viene messo a caso ed è facile seguirne il normale svolgimento senza incappare nel superficiale o banale.

Mi ha incuriosito moltissimo Paul, un anima tormentata che non si svelerà mai fino infondo, per il quale è difficile non fare il tifo anche se tutto porterebbe ad odiarlo.

Un’interessantissima storia che come poche riesce davvero a farsi leggere tutto d’un fiato,una caccia verso il destino in tutte le sue forme, le sue infinite sfaccettature.
una lettura piacevole, che soddisfa tutte le aspettative nate intorno al libro. Non vedo l’ora di poter continuare la storia di Meg e dei cervelloni della sua famiglia.

***********************

11998993_10207342603384778_7931852388819660608_n

Titolo: Firebird La Caccia (Firebird #1)
Autore: Claudia Gray
Trama: Marguerite Caine è cresciuta respirando intorno a sé le teorie scientifiche più all’avanguardia. I suoi genitori, infatti, sono due famosi scienziati che sono riusciti a realizzare la macchina più stupefacente di tutti i tempi: il Firebird. Si tratta di un congegno che permette di viaggiare in dimensioni parallele, basandosi sulla teoria che esistono infiniti universi, che sono poi quelli delle possibilità. Ciò che non è stato in questo mondo si è certamente realizzato in uno degli altri.
Il padre di Marguerite, però, è misteriosamente scomparso. Sembra che a ucciderlo sia stato Paul, uno degli assistenti, che è poi fuggito impunito in un’altra dimensione, portando via con sé tutti i dati relativi al Firebird. Marguerite si lancia alla ricerca del padre e grazie a Theo, uno studente di fisica che l’aiuta nell’impresa, riesce a ingaggiare una caccia all’uomo pluri-dimensionale, tra una Londra del futuro, una Russia ai tempi dello Zar e un mondo sottomarino… Le vite sono mille. Mille le possibilità. Ma il destino è uno soltanto.

172Serie Firebird

  • (Firebird #1) Firebird La caccia
  • (Firebird #2) Ten Thousand Skies Above You
  • (Firebird #3) Ancora senza titolo

5 tazze buoil mio voto: sorprendente!

divisore

PRONTI PER LA CIACCIA?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...