Recensione ‘L’incantesimo delle fate’ di Jenna Black

Buonsera gente
Eccomi tornata con la trilogia urban fantasy Faetiewalker di Jenna Black. Questa volta vi propongo il secondo capitolo, “ l’incantesimo delle fate”.

Simpatico, scorrevole, con un pizzico di avventura, con questo libro ho finalmente potuto apprezzare la Black. Essendo il primo che leggevo dell’autrice, in ‘lo specchio delle fate’ non ero stata in grado di ammirarla come è successo nel secondo. Con uno stile curato ma di facile impatto, che arriva subito al punto, Jenna Black riprende il filo del racconto catapultandoci in un Avalon piena di magia e strani personaggi.

********************

indexLa terra di Avalon, dove il mondo umano e quello incantato si incontrano magicamente, sta per essere attaccata dall’Erlking e dalla temibile Caccia Selvaggia. Ormai Dana Hathaway è costretta a passare il proprio tempo in una casa-bunker e qualsiasi suo incontro è sorvegliato da una guardia del corpo. L’Erlking e il suo branco di servi assassini sono discesi su Avalon. La sua brama di sangue e i suoi poteri immortali sono stati a lungo l’incubo del mondo di Faerie. Un fragile patto con le Regine delle Fate, sigillato con un misterioso incantesimo, è il solo ostacolo a impedirgli la caccia incontrollata su Avalon, l’unico luogo della Terra in cui umani e fae possono vivere insieme. Ma questo significa che Dana è in pericolo, perché tutti sanno che le Regine delle Fate vogliono impossessarsi dei suoi rari poteri e vederla morta. L’Erlking ha messo i suoi occhi bramosi su Dana. Ma il suo scopo è quello di ucciderla o ha in mente qualcosa di molto più inquietante? E i poteri di Dana riusciranno a scongiurare questo terribile pericolo?

********************

Le prime pagine sono un resoconto dei punti salienti degli eventi precedenti,espressi attraverso la narrazione della protagonista Dana, consapevole ormai di ciò che è in realtà e di cosa rappresenta: una Faeriewalker, un individuo raro che può viaggiare tra Faerie e il mondo mortale, con il “vantaggio” di riuscire a trasportare la magia nel mondo mortale e la tecnologia a Faerie. Costretta per la sua incolumità a vivere in casa-bunker, sorvegliata costantemente da una guardia del corpo, Dana mostra sempre più uno spirito ribelle. Scappando dalla madre alcolizzata, alla quale ha dovuto badare per tutta la sua vita, sperava di incontrare nella figura del padre, qualcuno che la trattasse come una normale 16enne e che quindi la liberasse di determinate responsabilità. Ciò però non accade e l’avere alle calcagna un pazza zia che vuole ucciderla non migliore di certo la situazione. Tra varie peripezie che vedranno coinvolta lei e i suoi amici e che la spingeranno qualche volta anche a gesti estremi per le persone che ama, Dana matura sempre più una determinazione e un coraggio fuori dal comune. Combattiva e indipendente grazie al suo passato, ci si scorda quasi di avere a che fare comunque con un’adolescente che non desidera altro che essere trattata come tale. Per la sua forza, se l’autrice l’avesse sfruttata al massimo livello, l’avrei quasi paragonata a Tris della saga Divergent, uno dei personaggi più coraggiosi a mio parere, quindi potete capire la situazione.

La Blake si concentra moltissimo su di lei, mettendo da parte gli altri personaggi. Per tutto il libro sembrano in sospeso, come se da un momento all’altro potessero reagire. Ethan che comunque ricopre un certo spessore,continua ad oscillare tra un ragazzo presuntuoso e sicuro di sè del primo capitolo, e un ragazzo premuroso e attento. Il lettore persistente a guardarlo con un cipiglio sospettoso, non capendo dove l’autrice vuole andare a parare. Kimberly, sorella di Ethan, è quasi del tutto assente. Abbandonata la vesta da scontrosa,compare qualche volta come migliore amica per dare supporto alla protagonista, senza conferire niente di importante alla vicenda.

JJ

La figura che ho apprezzato maggiormente e che ha dato una scossa positiva alla storia,è senz’altro l’antagonista Erlking e il suo branco di servi assassini. Un fragile patto con le regine delle fate, rende immune Avalon dalla sua brama di sangue, eppure attraverso dei sotterfugi riesce a sconvolgere la vita di Dana. Misterioso e affascinante,incuriosisce moltissimo il lettore che viene coinvolto dalla sua brama di potere con una semplicità tale, da giustificarlo quasi. Senz’altro dà quella scarica di curiosità che ti tiene col fiato sospeso, chiedendoti continuamente quale siano le sue intenzioni.

A lasciarmi poco soddisfatta sono senz’altro le descrizioni ma in generale tutto l’elemento fantastico. L’attenzione ai luoghi è completamente assente, eppure da come viene presentato nel primo capitolo,Avalon potrebbe essere davvero una di quelle ambientazioni fuori dal comune, che ti fanno viaggiare con la fantasia. La Blake accenna all’universo fantasy,come la distinzione tra fae e umani, senza però soffermarsi troppo, dandole quasi per scontato.

Molto di più che nel primo, nel secondo capitolo l’autrice dimostra di avere comunque il potenziale per rendere la propria saga, una bella saga fantasy. Tuttavia la storia continua a sembrare frettolosa, superficiale.

L’ambientazione c’è, la storia di base che vale c’è, la giusta dose di avventura anche: insomma, la Blake ha tutte le carte in regola, se solo riuscisse a sfruttarle al meglio.

Alla luce di questo sono curiosissima di leggere il seguito … e di provare il latte corretto

 

Jenna_BlackJenna Black

Jenna Black è un’autrice americana di paranormal romance e urban fantasy young adult. Nata a Philadelphia, ha conseguito il suo BA in antropologia alla Duke University. Il suo primo romanzo Watchers in the night (genere paranormal romance) è uscito nel 2006. Attualmente è un membro degli online writing blog, Deadline Dames.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...